tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 9

giovedì, maggio 24, 2018

In libreria #202 - Le formule del cuore e del destino

In libreria #202 - Le formule del cuore e del destino
UN CASO EDITORIALE CHE GRAZIE AL PASSAPAROLA
DA ISRAELE SI È DIFFUSO IN TUTTA EUROPA


Yoav Blum
LE FORMULE DEL CUORE E DEL DESTINO




Titolo Originale: The Coincidence Makers
Traduzione: Flavio Iannelli
Pagine: 306 – Prezzo: 17,50 €
Prezzo eBook: 7,99 €

In libreria dal 24 maggio 2018

Probabilmente non conoscete l’«organizzazione» per cui lavorano Guy, Emily e Eric, eppure gioca un ruolo fondamentale nella vostra vita. Perché tutte quelle cose, normalmente etichettate come coincidenze, sono, in realtà, decise, studiate e minuziosamente pianificate. Incontrare un vecchio amico è un caso? Perdere le chiavi dell’auto il giorno prima delle vacanze è uno scherzo del destino? Nient’affatto. Guy, Emily ed Eric hanno indirizzato la vostra esistenza perché quelle cose succedessero proprio in quel momento. E si occupano di far accadere anche cose molto importanti: la scoperta rivoluzionaria di uno scienziato, l’incontro tra un artista e la sua musa; la scintilla dell’amore tra due sconosciuti…Ma adesso tocca all’abile, rigoroso Guy assumersi un compito di enorme responsabilità: la coincidenza più difficile e pericolosa che gli sia mai capitato di creare. Eppure, quando lui capirà la profonda trasformazione che sta per subire la sua vita e quella dei suoi compagni, sarà costretto a fermarsi e a riflettere sulla vera natura del destino, del libero arbitrio e dell’amore. E poi agire di conseguenza. Ma a quale prezzo? Yoav Blum lavora come software developer. Vive in Israele con la moglie e la figlia. Le formule del cuore e del destino è il suo primo romanzo che, grazie al passaparola, ha scalato le classifiche in Israele e sarà pubblicato in tutta Europa.

«Un volo dell’immaginazione che rimarrà a lungo nel cuore dei lettori.»
Booklist


giovedì, maggio 24, 2018

In libreria #201 - Undone

In libreria #201 - Undone
Data di pubblicazione: 23 Maggio

COLLANA: ROMANCE
 
Titolo: Undone – Edizione italiana
Titolo originale: Undone
Autrice: Katey Wolfe / Kelley Armstrong
Traduttrice: Carolina Gaetano
Prezzo Ebook: € 4,49
ISBN EBOOK: 978-88-9312-382-2
Genere: Contemporaneo
Lunghezza: 175 pagine

La studentessa di microbiologia Jess Devereaux ha un piano: scrollarsi di dosso quello stalker del suo ex, emanciparsi dall’ossessivo controllo della famiglia e cosa ancora più importante per la sua immediata felicità, riuscire a sedurre il suo sexy istruttore di tiro nell’avventura selvaggia e senza impegni dei suoi sogni.
Il proprietario del club di tiro Declan Cavanagh ha un piano: fare quanto necessario per ottenere la custodia del fratellino strappandolo così al patrigno manesco, anche se questo significa fare soldi facili nei sanguinosi incontri in gabbia che credeva di essersi lasciato alle spalle. Anche lui ha dei sogni che riguardano la dolce, intelligente, sarcastica Jess. Quando lei si troverà in pericolo, Declan decide che ciò di cui lei ha davvero bisogno è una guardia del corpo. Jess è determinata a mettere da parte ogni proposito di seduzione e a trattarlo da professionista qual è. Proprio il contrario di ciò che vuole Declan.



domenica, maggio 20, 2018

Recensione - Le strege di atripalda

Recensione - Le strege di atripalda
Titolo: Le streghe di Atripalda. Racconti di sport
Autore: Teodoro Lorenzo
Prezzo copertina: € 15.00
Editore: Bradipolibri
Data di Pubblicazione: maggio 2017
EAN: 9788899146382
ISBN: 8899146381
Pagine: 220



In questo libro non troverete tabelle, classifiche, primati. Quella è cronaca. Vi accompagneranno passioni e sentimenti, l'abbraccio di un padre, la carezza di una madre, l'entusiasmo di un principio e il dolore della fine. Perché anche lo sport può diventare poesia. Questi gli sport raccontati: hockey su ghiaccio, lotta greco-romana, tiro a segno, carabina, ciclismo, lancio del disco, tiro con l'arco, canoa, golf, pallavolo, vela, judo, atletica (400 metri), pugilato, automobilismo.


Le Streghe di Atripalda è una raccolta di 14 racconti brevi dedicati allo sport, ognuno focalizzato su una disciplina diversa. Ho trovato questa iniziativa molto singolare, ed è stato entusiasmante e motivante trovarsi davanti a qualcosa di nuovo. Amo lo sport, ho 20 anni e per più di metà della mia vita ho praticato sport, a livello agonistico. Sono stati tre gli sport che ho portato avanti con grandi risultati. Non praticare sport, e intendo sempre a livello agonistico, mi manca da impazzire. Dopo infortuni, e problematiche che non sto qui a raccontarvi, ho assecondato un'altra passione, ma lo sport rimarrà sempre il mio primo grande amore. [Questo per la rubrica "Conosciamo Martina", ahah]
La scelta di mettere lo sport come il principale protagonista di tutto il libro mi è sembrata un'idea molto bella che risulta essere frutto di un'attenzione rivolta ad ognuno di essi, dimostrando un amore per lo sport in generale. Questo ha permesso all'autore di dedicarsi sì ai grandi sport, ma anche a quelli molto lontani dalle Olimpiadi. 
Ogni storia si focalizza su una disciplina diversa, ma diversi sono anche gli atleti e gli sportivi che praticano queste discipline. Sono personaggi che non si somigliano affatto l'uno con l'altro, come gli sport descritti, ma anzi hanno età, sesso, origini molto diverse.  Tutti sono però accomunati da uno stesso grande sentimento per lo sport, che non è sempre amore, non è solo gioia, è prima di tutto frustrazione, dolore fisico e sentimentale per i sacrifici. Fare sport, seriamente, è veramente difficile. I campioni, gli atleti importanti, fanno sembrare tutto facile perchè voi vedete il movimento, l'atto fisico, lì bello e pronto. 
In realtà è un cado-e-mi-rialzo continuo. Ci vuole perseveranza, determinazione, e non sempre è facile continuare. Non vi immaginate neppure quanti sacrifici, sangue, lacrime, e rabbia sono emersi prima che voi vediate quell'esercizio eseguito quasi alla perfezione. Quantomeno, non se non lo avete provato. 
Ognuno di questi personaggi si trova a superare delle difficoltà, che spesso prima di essere fisiche sono mentali. Attraverso lo sport ciascuno di essi intraprende una strada che lo porta infine a ritrovare se stesso. 
Ogni racconto è quasi come una favola, e si trova sempre una morale, più o meno esplicita, che sta al lettore cogliere. In generale credo che lo sport sia una grande favola, piena di morali, piena di insegnamenti che nessuno nella vita potrà mai darti. Cadi così tante volte che perdi il conto. Così tante volte che ci fai l'abitudine, e quando la vita ti prenderà a schiaffi in faccia - perchè succede a tutti almeno una volta - tu sarai pronto. E' come se lo sport riuscisse sempre a darti una visione poetica, profonda e melodrammatica del mondo. Una visione che ti entra nelle vene per sempre.  

E' inoltro molto importante pensare al presente, fare le scelte giuste, e capire quando è il momento di farsi da parte o di buttarsi di testa, perchè tutto ciò determina inevitabilmente il futuro. 
Non so se è per il coinvolgimento che mi riguarda personalmente, ma mi sento di consigliarvi questa raccolta, soprattutto agli sportivi. La narrazione è scorrevole, e l'autore dimostra grande sensibilità nei problemi che si affrontano durante la pratica sportiva. E' evidente che tra qualche personaggio si cela una sua proiezione. Forse un po' in tutti. 
E' una lettura splendida, che ho apprezzato molto, anche se sicuramente sono di parte, e sono felice di aver avuto l'opportunità di leggerlo. 

venerdì, maggio 18, 2018

Segnalazione #77 - Les Flaneurs Edizioni

Segnalazione #77 - Les Flaneurs Edizioni
Autore: Antonella D’Eri Viesti
Titolo: Affetti nomadi
Prezzo: € 13
Uscita: 2 maggio

Sinossi: Allegra è una bulimica della vita, instabile, bisognosa di affetto, egocentrica e insicura nelle relazioni, ma al contempo ambiziosa, cinica, trascinante, curiosa, sempre pronta a sperimentare le mille idee che si affollano nella sua mente. Nei suoi racconti, che partono dall’adolescenza e la accompagnano nella sua vita adulta, si intrecciano vicende che non si incontrano, ma che finiscono per annodarsi tutte sul cuore e nell’anima di questa giovane donna, delineando il modo in cui le relazioni contemporanee, e l’amore in particolare, vanno sgretolandosi. Soggettività, menefreghismo, negligenza diventano i pilastri portanti di queste storie sospese, amare, carnali, che scavano un solco profondo nel desiderio inappagato di un riconoscimento e di una sicurezza irraggiungibile da parte di individui sradicati e insoddisfatti. Affetti nomadi è un romanzo pensato per frammenti, come frammentaria è la realtà contemporanea, come frammentarie e striscianti sono le relazioni che viviamo e che ci ostiniamo a credere possano durare per sempre.


Biografia: Antonella D’Eri Viesti è dottoranda in Filosofia e teoria dei linguaggi presso l’Università degli Studi di Bari. Il cinema di Sorrentino, la letteratura italiana neorealista e la musica rock degli anni Settanta sono i tre vertici del triangolo in cui prende forma la sua scrittura.



Autore: Cinzia Cognetti

Titolo: Scatole nere
Prezzo: € 10
Uscita: 17 maggio
Link http: http://www.lesflaneursedizioni.it/index.php?route=product/product&product_id=1871

Sinossi: Scatole nere ci mette di fronte al nostro bisogno più recondito, quello di essere amati. I sei protagonisti hanno vissuti differenti ma uguale è la destinazione del loro viaggio: l’amore e la sua manifestazione. Sì, perché l’amore che non si dimostra non esiste. Tutti indistintamente necessitiamo di comprensione, affetto, fiducia, incoraggiamento, rispetto, presenza così come di consigli, complimenti, abbracci, attenzioni. E quando tutto questo viene meno il vuoto è colmato con dubbi, attese e speranze. Ma Amanda, il dottor Zaum, Ernest Laroux e Said ci ricordano anche un’altra cosa, che spesso dimentichiamo e cioè che esiste una forma suprema di amore, quello per la vita, che va riconosciuto e afferrato anche quando ha le sembianze di una coda scodinzolante, di un fiore, di un’onda o di un sorriso.


Biografia: Cinzia Cognetti nasce a Modugno nel 1989, attualmente vive a Bari. Sin dall’adolescenza si appassiona ai romanzi esistenzialisti di Sartre e Camus, alle opere dei grandi prosatori francesi e russi. Durante i suoi viaggi visita musei e vernissage. Ama la storia ma è anche affascinata dagli scenari modellati dalla natura. Ha una sua pagina Facebook, Living 108, dove intervista giovani imprenditori ed esponenti del mondo dell’arte, della musica e della letteratura. Nel 2010, con lo pseudonimo di Alexis C., è tra i vincitori del concorso di microletteratura indetto dalla Feltrinelli. I suoi scritti nascono dall’esplorazione degli abissi del suo io più profondo. In questa raccolta di racconti non si identifica completamente con nessuno dei personaggi ma in tutti sono presenti aspetti della sua personalità. Lei stessa li immagina come “i lati di un dado: facce diverse che appartengono a uno stesso cubo”.

venerdì, maggio 18, 2018

Segnalazione #76 - So quando sei felice dal colore dei tuoi occhi

Segnalazione #76 - So quando sei felice dal colore dei tuoi occhi


TITOLO: So quando sei felice dal colore dei tuoi occhi

AUTORE: Emiliano Di Meo
GENERE: Romance MM
COVER ARTIST: PF Graphic Design
USCITA: 23 maggio 2018
PAGINE: 174
PREZZO: ebook 2,99 – cartaceo € 8,99



TRAMA: Questa è la storia d’amore tra un insegnante di lingue e il giovane bassista di una rock band amatoriale. Al primo, uomo dai colori talmente chiari da sembrare albino, la vita ha insegnato a innalzare muri. Al secondo, estroverso artista metropolitano, quella stessa vita insegnerà come scavalcarli per spingersi oltre le proprie paure. 

giovedì, maggio 17, 2018

BLOG TOUR: TAPPA 1, Recensione - Echo [Anteprima]

BLOG TOUR: TAPPA 1,  Recensione - Echo [Anteprima]

Buongiorno bellezze, oggi ho il grandissimo piacere di partecipare a un'attività strepitosa per conto di Delrai Edizioni, che ringrazio per la disponibilità e che ammiro per la professionalità. Sono inoltre onorata di aprire il Blog Tour! Devo ammettere che sono parecchio emozionata: partecipare ai blog tours è una cosa, ma aprirli..signori miei...un'altra. 

La nuova uscita di oggi è un libro che ho desiderato leggere per l'affinità con la musica, e che, vi anticipato, mi è piaciuto tanto. Tuttavia, questo libro non parla solo di musica, quindi mettetevi comodi!

Risultati immagini per echo copertinaTitolo: Echo
Autore: Rachel Sandman
Editore: Delrai Edizioni
Pagine: 272 pagine
Prezzi: 16,50€ Cartaceo – 3,99€ Ebook
ISBN-10: 8899960526
ISBN-13: 978-8899960520
Goodreads || Link d’acquisto: AmazonIBS, Google Books

«Normalmente mi chiamano Sam, se la cosa può rassicurarti.»Faccio una smorfia. È visibilmente alterata adesso.«Qual è il tuo problema?»«Nessun problema, solo non mi pare calzi con la tua persona.»«Davvero? E quale nome, sua maestà il re del niente, vedrebbe meglio attribuito a codesta dama?»Trattengo a stento una risata ma non posso fare a meno di sorridere.«Quello di sempre…»«Ovvero?»«Echo.»

Uno sguardo a volte può cambiare la vita. Ne sa qualcosa Tomas Riley in una Boston estiva, quando incrocia gli occhi di una sconosciuta e ne rimane folgorato. Lei, Samantha Bennett, è una ragazza sfuggente, inafferrabile, che guarda il mondo attraverso una solida corazza. Il loro primo incontro avviene un po’ per caso, ma il secondo… è destino. La sorte inizia a giocare le sue carte e Tom cerca in ogni modo di farsi notare, con battute e gaffe che attirano l’attenzione di Sam. Lei non capisce se il ragazzo è solo un presuntuoso o vuole farla arrabbiare. La passione per la musica avvicinerà due personalità diverse, ma uniche, in una storia come tante altre – o forse no –, perché spesso, se si tratta di emozioni, non è facile capire dove inizia il proprio cuore e finisce quello dell’altro.
Il romanzo d’esordio di un’autrice dalla penna travolgente. Due protagonisti fragili, ma forti, vi racconteranno una tenera storia di passione e di vita, perché, anche quando sembra che non ci sia più speranza, l’esistenza riserva sempre una via d’uscita, chiamata amore.


Rachel Sandman è lo pseudonimo dietro cui si firma una ragazza come tante, con la testa piena di sogni e storie in attesa di essere raccontate, ma con i piedi ben saldi a terra.
Blogger per passione, ama i libri più di se stessa. Di lei si può dire che non disdegna mai un buon film strappalacrime e dell’ottimo caffè, da cui ha una seria dipendenza.
Con questo primo romanzo, Echo, unisce alla scrittura la sua passione per la musica rock e punk, sperando di aver creato una trama da vivere e respirare a 360°.


Casa Editrice:
La Delrai Edizioni ha un obiettivo fondamentale, quello di mettersi a servizio degli autori per la realizzazione di un grande sogno: arrivare ai lettori e vivere con loro le storie narrate nei romanzi. La nostra casa editrice vuole ascoltare, capire e così cercare di soddisfare le esigenze prima di tutto dello scrittore e poi del lettore, verso un nuovo tipo di fare editoria, che si basa sulla possibilità di creare insieme un patrimonio di passione e volontà che non si limita soltanto all’aspetto commerciale, ma anche culturale e umano. Per questo siamo nati e non abbiamo intenzione di arrenderci nonostante le difficoltà.




1. Sapere: Conoscenza del libro attraverso la sua scheda, la cover ed il suo percorso fino alla stesura stessa; 
Come vi dicevo, aprire il Blog Tour di questo magnifico libro è per me motivo di grande gioia. In questa prima tappa, oltre a riferirvi il mio pensiero e il mio parere sul libro, entreremo più nel dettaglio della composizione del testo. Generalmente Rachel Sandman scrive i suoi libri senza alcun tipo di programma, o scaletta. la bellezza dei suoi libri viene fuori proprio dalla pancia, da quelle emozioni spontanee che la ragione spesso non può comandare. La nostra adorabile autrice inoltre, trova la sua ispirazione gironzolando per il mondo con un quadernetto sempre in borsa, dove appunta frasi, scene che le appaiono in testa e che non vuole perdere. Dorme persino con un quadernetto sotto il letto per sogni o flash mentali che sopraggiungono durante la notte. 

Parlando della stesura di Echo in particolare, tutto parte da una scena, che è poi divenuto il prologo di Tom: una ragazza che entra in un negozio di vinili e che viene vista da un ragazzo, con l'intento di, per una volta, non far innamorare lei a prima vista ma lui. Vi lascio le parole dirette dell'autrice: 

A inizio stesura avevo alcune scene in mente (il capitolo 13 su tutti) e pian piano sono apparsi gli altri.  La scrittura della prima bozza è durata1 anno/1 anno e mezzo.  La parte di introduzione a Sam, quella che precede il suo prologo, l'ho scritta in un momento in cui ero davvero arrabbiata con parte del mondo, con amicizie di lunga data, con situazioni. Quindi … In quel caso, parte della sua rabbia è davvero la mia. Ad un certo punto avevo un percorso da seguire che è andato a quel paese al capitolo 23, dove Tom Riley si è impossessato di me e ha fatto di testa sua (credo che quel capitolo sia stato uno dei più difficili da scrivere). Ho abbellito tutto con la musica: le canzoni sono parte della trama, non semplicemente colonne sonore da mettere sullo sfondo. Alcune sono state immediate (la canzone del capitolo 13 perché esprime una necessità di vivere e sentire, perfetta per quel determinato punto della narrazione; quella del capitolo 29 perché è il momento in cui più di tutti gli altri si sente, finalmente, l'idea di casa che si crea tra i due protagonisti); altre le ho cercate (quelle dei capitoli 7 e 8 non fanno parte del mio background musicale, ma le ho trovate perfette al primo ascolto). 
A inizio libro non avevo idea del finale. Parti di me sono sia in Tom che in Sam, ma anche in Jeremy, bisogna dirlo. Sam è scontrosa e difficile da capire VOLUTAMENTE: io detesto i romanzi con protagoniste femminili prive di spina dorsale. Ho desiderato creare una donna indipendente, forte ma fragile, un carattere senza dubbio particolare ma che si apre piano piano e che, alla fine, può essere compresa e amata (io, ad esempio, la adoro). Banalmente la si può definire ANTIPATICA. Io la trovo meravigliosa.  Tom, al contrario, è un ragazzo NORMALE: non deve sempre esserci del marcio o del dramma ovunque. Lui ha vissuto, ha fatto le sue esperienze, più o meno belle ovvio, ma non è questo che volevo far risaltare. Tom è l'elemento POSITIVO. Lui è il salvatore, quello che riesce a capire prima di altri. Non volevo assolutamente macchiarlo con ombre inutili. Il romanzo racconta frammenti di passato, non tutto il passato di Sam. Sarebbe stato controproducente e inutile andare oltre.  La linea narrativa che ho seguito è circolare e vuole unire passato e presente, non rinnegando niente ma andando a collegare, in un percorso di crescita che è quello della vita vera, vista nel suo lato più complesso a volte, più scanzonato in altre.
Il romanzo che vi presento oggi, con grandissimo piacere, è una storia molto bella, molto commovente. Echo è la storia di un'anima perduta. Echo è anche una ragazza. Cosa intendo dire?
 
La mia promessa. Il mio ricordo. Due occhi color smeraldo. E' l'oblio. E' l'inizio e la fine. E' il momentaneo e limitato appagamento delle mie promesse. 

Tutto inizia con una promessa d'amore. Samantha ha amato un solo ragazzo nella sua vita, Ben. Ben era il perno del suo universo, quello che teneva tutti i suoi disastrosi pezzi insieme. Ma la vita a volte sa essere davvero crudele, e ha strappato Ben dalle sue braccia. E' un lutto che Sam non riesce a superare, a metabolizzare, ad accettare nonostante siano passati 4 anni. E' una promessa che non può ignorare. Amarlo per sempre, essere per sempre legata a lui è qualcosa di cui ha bisogno. 
Ben amava la musica, amava i Pink Floyd e stava raccogliendo tutti i vinili del gruppo. Alla collezione adesso ne mancava uno, e lo avrebbe trovato. Per Ben. 
Anche Tom, però, cerca il vinile di "Meddle". Anche Tom ama i Pink Floyd. 

La guardo e mi perdo. I suoi occhi sono due calamite, due fari che fisso come un cervo osserva i fanali di un'auto in corsa che punta verso di lui, su una strada tortuosa.

L'incontro tra Tom e Sam avviene così, semplicemente in un negozio di musica, entrambi alla ricerca di un vinile dei Pink Floyd. Tom si chiederà a lungo chi fosse quella magnifica ragazza che gli ha soffiato l'ultimo vinile mancante alla sua collezione, fin quando non se la vede spuntare in aula per un progetto universitario. E' da questo momento in poi che le vite dei due protagonisti si intrecciano. 
Il personaggio di Sam, che Tom chiamerà Echo,  mi è piaciuto tanto! E' una ragazza che ha sempre dato grande peso alle cose, ai sentimenti, ma che ha rinunciato alla bellezza di credere nell'amore e nella possibilità di essere felice per qualcuno a cui ha fatto una promessa con tutto il suo cuore. Ha costruito un muro attorno a sè, impenetrabile e molto spesso, che le ha consentito di avere delle storie da una notte senza dover mai far entrare nessuno nel suo cuore. Mi sono rivista molto in lei. Alcuni la potrebbero percepire come una ragazza semplicemente fredda e distaccata, insensibile. Io l'ho vista sotto tutt'altro aspetto. Sam è una ragazza fin troppo sensibile. Fin troppo capace di amare, e quindi anche di soffrire. 
Io non sento sensazioni. Io non devo sentire nulla. Zero. Le eventuali e possibili farfalla sono state sterminate da tempo da un insetticida potente chiamato "statemi alla larga"

Sam, è sempre scontrosa e acida con tutti, peggio dello yogurt andato a male da un mese. Vive in un perenne stato di distacco dal mondo, come se tutto la infastidisse. Nonostante ciò Tom sente il desiderio di salvarla dal buco nero in cui si trova ormai da anni, intimorita e ferita. Tom sarà per lei la salvezza, la luce alla fine del tunnel, la speranza. 
L'alternanza dei due POV è stata particolarmente azzeccata e significativa in questo romanzo pieno di sentimenti forti e importanti. Mi ha permesso di entrare nel cuore di entrambi i personaggi, di capire il loro punto di vista, sentire le loro preoccupazioni ed emozioni. Le loro incertezze prima di fare un passo decisivo. 
Echo è sicuramente una storia d'amore, ma è un amore che nasce piano piano, perchè lentamente Tom entra nel cuore di Sam. Così silenziosamente che lei non se ne accorge. Però, Echo, è pure la storia di una ragazza ferita che per la prima volta dopo tanto tempo dona la sua fiducia a qualcuno. E' una storia ben scritta, commovente, ma che dimostra anche la forza interiore di una giovane donna. 
Lei, anima tormentata, consumata, confusa, spezzata, mi sta gridando aiuto con una voce che non credevo potesse avere tanti colori e sfumature. E' la cosa più travolgente a cui abbia mai assistito. 

martedì, maggio 15, 2018

Cover Reveal - Travolti dall'amore

Cover Reveal - Travolti dall'amore

Oggi si svela il cover reveal dell'ultimo libro di Susy Tomasiello Travolti dall'amore.


La storia è edita dalla Collana Un cuore per capello. Un romance contemporaneo adatto per chi ama il rosa e le storie d'amore a lieto fine.

Emma ha due convinzioni nella vita: sua nonna e la fotografia.Quando però viene licenziata, capisce che deve rivoluzionare la sua vita se non vuole andare a lavorare dai suoi genitori che sono dentisti. Per un pò decide di rifiugiarsi a casa di sua nonna, ed è proprio lì che scopre per caso delle lettere tra Lorenzo e Giulia.La loro storia è stata interrotta sul più bello senza un motivo e quando sua nonna le racconta che Giulia è stata una grande amica, decide di rintracciarla. Grazie a Internet non è difficile e senza pensarci due volte parte con nonna Chiara per Napoli. Non si è mai allontanata così tanto da Firenze e l'impatto è forte, soprattutto quando scopre che Giulia ha un nipote davvero insopportabile: Alessandro.Alessandro non sopporta l'idea di rintracciare Lorenzo, un uomo di cui non conosce nemmeno l'esistenza e in più non sopporta Emma e la sua invadenza.Tra equivoci, scontri verbali e baci infuocati, Alessandro ed Emma scopriranno che l'antipatia reciproca forse può essere superata.Tra amori vecchi e nuovi, tutti saranno travolti dall'amore.
Ecco un paio di estratti



Leggendo principalmente storie d'amore, ho sempre sognato segretamente un principe azzurro per la vita. E poi è arrivato Alessndro e tutto il mio mondo è stato travolto. Con lui non mi accontento, con lui vivo.

"Zitta e baciami" m'interrompe Alessandro e l'attimo dopo le sue labbra sono sulle mie come se fosse la cosa più normale del mondo. Vorrei mandarlo al diavolo, respingerlo con forza, urlargli di smettere, ma il mio copo non la pensa così. Lo accoglie prontamente ed io non posso fare altro che assecondarlo.

Il libro sarà disponibile il 20 maggio in tutti gli store in edizione digitale e a brevissimo anche in edizione cartacea.

lunedì, maggio 14, 2018

Segnalazione #75 - Nonostante tutto

Segnalazione #75 - Nonostante tutto

AUTORE: Silvia Gaiart

TITOLO: Nonostante tutto 

PREZZO: 1.99

GENERE: Romanzo Rosa 

EDITORE: Pubme 

USCITA: 5 MAGGIO 2018





SINOSSI 

Ci sono momenti che rimangono impressi nella tua mente e nel tuo cuore. Attimi di felicità che ti travolgono la vita all’improvviso. A volte bastano un parco, un’altalena, un paio di occhi verdi e un sorriso luminoso. 
Ed è proprio quello che succede a Fabian, da bambino, in una mattina d‘estate. Incontra Michela, una ragazzina estroversa, spigliata, sorridente: l’esatto contrario di lui. 
Sì, perché Fabian ha la tristezza e la malinconia negli occhi, dopo aver lasciato il suo paese, la Colombia. Non è facile dover vivere in un paese straniero, ma è proprio quando ha bisogno di sentirsi più amato e voluto che la incontra. La vita non sarà più la stessa per nessuno dei due. 
Passano gli anni e quello che nasce tra Fabian e Michela è sempre più intenso. Sono legati nel profondo da un’amicizia che va oltre le differenze, le paure, i problemi e il mondo intorno a loro.  
Ci saranno ostacoli che si presenteranno sul loro cammino, mettendo a dura prova tutte le loro certezze e quell’amore che li lega da sempre.
Sapranno credere a quel nonostante tutto che si sono promessi? Sapranno tenere saldo quel filo rosso che li unisce da una vita? 
Un’amicizia che profuma d’amore, due cuori in un’anima sola.



domenica, maggio 13, 2018

Recensione - Milf. Il piacere di assaggiare la vita

Recensione - Milf. Il piacere di assaggiare la vita


Buongiornissimo lettori! Se avete intenzione di leggere Milf, il piacere di assaggiare la vita, sappiate che la temperatura si alzerà notevolmente!
Prima di parlarvi di questo libro, ci tengo a ringraziare immensamente la Casa Editrice Kimerik Edizioni, per la sua collaborazione e per la assoluta disponibilità.

Milf. Il piacere di assaggiare la vita
Marialuisa Monteleone
_________________________________
Pagine: 130
Prezzo: EUR 12,00
Editore: Kimerik
Genere: Erotic Romance
Pubblicazione: 2017

ATTENZIONE: QUESTO LIBRO E' VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI.



Milf racconta i pensieri scandalosi di una madre perdutamente innamorata della figlia ma non più del marito, che viene travolta da un vortice dall'alta carica erotica di cui non vuole liberarsi e che la porta a lasciarsi andare per infrangere ogni limite.

Gli erotic romance non sono decisamente il mio genere, non a caso sarò forse l'unica al mondo a non aver letto e/o visto le rappresentazioni cinematografiche di "50 Sfumature di Grigio/Nero/Rosso" e non so se ci siano altri colori. Immagino la vostra domanda: perchè, allora, hai deciso di leggere questo libro? 
Quando si comincia una collaborazione con una CE si parte sempre dalla propria Comfort Zone, e poi ci allontana da essa man mano che ci si fida dei libri pubblicati dalla casa editrice, e quindi della casa editrice stessa.   
Dalla breve trama riportata nel retro della copertina, e che potete leggere sopra, avevo pensato che ci sarebbe stata una componente psicologica. Mi spiego meglio.
Margot è una donna sposata e ha una figlia dolcissima, che ama con tutto il suo cuore. Purtroppo non può dire lo stesso di suo marito, non più almeno. Quando si sono sposati Margot era incredibilmente innamorata di quest'uomo, e pensava sinceramente che la loro vita matrimoniale sarebbe andata a gonfie vele. Purtroppo nelle coppie, anche in quelle più promettenti, si presentano periodi difficili, di incomprensione e impazienza. Precisamente il marito sembra non avere più alcun interesse per sua moglie, soprattutto sessuale. E' sempre molto distratto, non la desidera, e questo porta Margot in un grande stato di confusione. Probabilmente suo marito avrà bisogno di spazi, del suo tempo per superare qualsiasi cosa gli stia succedendo, e lei? 
Tristezza, infelicità, frustrazione prendono il sopravvento nell'animo di Margot, fin quando non incontra un uomo statuario, Ares, nei confronti del quale prova da subito una forte passione. Ares è in procinto di sposarsi, ha una donna di cui è innamorato, ma non riesce a resistere alla passione che anche lui prova per Margot, una donna più grande di lui ma ancora molto attraente. 
La loro relazione clandestina li soddisfa molto, crea dipendenza perchè è il sesso stesso che crea dipendenza, e Margot è una donna molto passionale. Tuttavia, al di là della passione e del benessere sporadico di questi incontri, qualcosa in lei continua a rimanere malfunzionante. 
E se il motivo per cui faccio tutto questo non sia più l'insoddisfazione con mio marito, ma una situazione personale di disagio mio psicologico?

Margot inizia a essere titubante, a vivere una situazione di disagio interiore. Ares le spazza via i pensieri, la fa evadere da tutti i problemi. Ma è davvero quello di cui ha bisogno? Sta facendo la cosa giusta? 
L'aspetto della riflessione interiore della protagonista l'ho reputato un ottimo input per dare spessore al libro, ed è il motivo per cui ho voluto leggerlo. Purtroppo però ho trovato questo tratto molto, molto, molto trascurato. Se  in una frase emergevano tutte le sue insicurezze sulle quali l'autrice, a mio avviso, avrebbe dovuto battere di più, immediatamente dopo tutta la sua parte umana, sentimentale, veniva spazzata via da pagine di prestazioni sessuali. Ammetto che sono rimasta un pò delusa. 
I sentimenti di Margot sono sicuramente contrastanti rispetto alle sue azioni, e ovviamente ciò aiuta nell'evidenziare il dissidio interiore, i dubbi e le incertezze che sta vivendo questa donna che sembra aver perso la sua bussola. Ma non mi è bastato, mi sarebbe piaciuta un'analisi psicologica del personaggio più approfondita. 
Sarebbe potuto essere un buon libro, invece mi è parsa solo una storiella passionale senza grandi scopi o moventi. 
La narrazione procede con la voce della protagonista, che in prima persona ci narra tutta la vicenda, e ho trovato sicuramente molto coerente che a raccontare fosse proprio Margot. Lo stile è scorrevole, e la lettura procede senza intoppi. La carica erotica coinvolge il lettore, ma è un libro che sfortunatamente non mi ha lasciato nulla. Il linguaggio l'ho trovato un po' esageratamente volgare, e mette in cattiva luce Margot, una donna che io ho reputato solo particolarmente passionale e nulla più degradante. 
Ad ogni modo, cercando su internet, e leggendo un paio di recensioni, ho notato che a diverse persone il libro è piaciuto. Sarà che sono stata fin troppo coraggiosa a uscire così dalla mia bookish comfort zone? Magari sì, e quindi è un mio problema. Però non posso non ammettere che mi sarei aspettata qualcosa di molto più profondo. 

sabato, maggio 12, 2018

In libreria #200 - Gli Arconti Ombra

In libreria #200 - Gli Arconti Ombra

Il Taccuino Ufficio Stampa



Genere: Fantasy
Casa editrice: edizione cartacea Edicart
Casa editrice: edizione digitale Storybox Creative Lab
Pagine: 320
Codice ISBN: 978-8847457959
Codice ISBN: 978- 8831927000 / 978-8831927017

Presenta

Il fuoco segreto di Altea. Volume 1: Gli Arconti Ombra di Isabel Harper
Gli Arconti Ombra, primo capitolo della saga fantasy in quattro volumi Il fuoco segreto di Altea, descrive un mondo dalle forti tinte steampunk, popolato da esseri straordinari e ricco di ambientazioni originali che contengono echi dei lavori di H.G Wells e Jules Verne. Temi come l’amicizia, il coraggio e la forza della verità e della giustizia trovano risalto nelle avventure del protagonista Ailan, nelle sue relazioni con creature bizzarre, e negli scontri con personaggi inquietanti e crudeli che determineranno ancora di più il suo percorso di crescita e di consapevolezza dell’ingannevole realtà che lo circonda.




«[…] Con mani tremanti si mise il cannocchiale davanti agli occhi. Girò le tre ghiere, componendo una sequenza di lettere e cifre che lui solo conosceva e fece scattare una leva. Dai meccanismi scintillanti del cilindro uscirono sottili lingue di fumo che fluttuarono come serpenti e si infilarono nelle sue pupille. Midas gridò per il dolore, ma resistette all’impulso di togliersi quel macchinario dalla fronte, anche se freddi artigli sembravano frugargli il cervello, afferrare i suoi ricordi e strapparli a forza, insieme ai suoi segreti. Era quello che voleva, era la cosa giusta: cancellarli e nasconderli per sempre».

Tanto vapore e tanta fantasia risiedono ne Il fuoco segreto di Altea. Volume 1: Gli Arconti Ombra. Un romanzo fantasy nato per i ragazzi ma godibile e interessante per tutte le età, in cui si rappresenta un mondo dominato da macchine e congegni a vapore che donano un tocco stravagante e steampunk a una storia già impreziosita da originali invenzioni narrative. Prime fra tutte, le accurate descrizioni di singolari animali quali il Mimure, piccola bestiola della famiglia degli psicoguari, in grado di comunicare telepaticamente con il protagonista Ailan, la Memostrilla, mollusco gelatinoso che riesce a imitare la forma di ciò che vede ed è anche un abile scassinatore, e poi i Tenerilli, esseri rosa e morbidissimi usati dall’arconte Vimperion come carta igienica, e ancora il Pestaduro, i Feoryn e i Narcotteri. Un vero e proprio bestiario di creature fantastiche, che prendono parte a una storia avvincente e costellata di momenti di pura creatività che suscitano stupore e divertimento nel lettore. La descrizione del Bazar delle Meraviglie di Dedalus è uno di questi momenti: un luogo labirintico in cui trovare oggetti strani e misteriosi, detti “Le Invenzioni Dimenticate”. Ailan comincia la sua avventura proprio quando scopre questa bottega incantata e il suo proprietario, un eccentrico uomo che spingerà il giovane protagonista a intraprendere un pericoloso viaggio alla ricerca di un modo per salvare il popolo di Altea. Gli Arconti Ombra non è solo un bel fantasy ricco di inventiva, è infatti anche una storia di resistenza, di coraggio e di lotta. Una storia che sottolinea come il potere posto in mani sbagliate possa generare solo infelicità e disordine. Ailan cercherà di combattere questo potere, in compagnia di personaggi pronti a sacrificare tutto per la loro missione, e che ricordano al lettore quanto sia importante il valore dell’amicizia. Questo primo capitolo della tetralogia de Il fuoco segreto di Altea pone le basi per un’avventura entusiasmante, forte di un’ambientazione ben costruita e soprattutto di una galleria di personaggi finemente tratteggiati. Nei successivi volumi: Il tesoro di Vjnlan, La regina di Keola e La nuova fiamma ritroveremo il protagonista Ailan in compagnia dei fedeli amici Marill e il mimure Zill, in viaggio in territori lontani da Altea. Tra mille peripezie e atti di estremo coraggio, i giovani eroi intrecceranno i loro destini con quelli di personaggi sempre più pericolosi e singolari che li spingeranno oltre i loro limiti, e che li costringeranno a crescere e a credere in loro stessi. E il lettore insieme a loro compirà un viaggio appassionante all’interno di una saga che riesce a mescolare sapientemente avventura, umorismo e sfrenata fantasia.

TRAMA. Altea un tempo era un’isola felice, sostenuta da una mitica Fiamma che sprigionava energia e permetteva la vita e la prosperità al suo popolo. A seguito di un sanguinario colpo di stato orchestrato dal tiranno Vimperion, un uomo subdolo, spietato e avido di potere, la Fiamma scompare, e gli abitanti di Altea vedono pian piano esaurire la loro forza vitale. Gli Arconti Ombra Dedalus e Amandine, veri eredi del potere usurpato dal tiranno, da tempo cercano invano una soluzione per ristabilire l’ordine. Ed è così che Ailan e la sua amica Marill, pur nella confusione e fragilità dei loro giovani cuori, decidono di accettare la missione di ritrovare la Fiamma di Altea, assumendosi una responsabilità più grande di loro, per contrastare il menzognero Arconte e i suoi alleati, e riportare pace e giustizia nel loro paese.


IL MONDO DELLA SAGA IL FUOCO SEGRETO DI ALTEA:

L’isola di Altea. Altea è l’isola più grande dell’arcipelago di Asteria. Ha una forma allungata e schiacciata in due punti, che ricorda vagamente la sagoma di una formica. La città di Altea, capitale dell’isola di Altea, è una città immaginaria, simile alla Londra di fine ottocento, tutta proiettata verso la produzione, le macchine e la velocità, incantata dal mito del progresso e dalle infinite possibilità della scienza. Qui tutti credono solo in ciò che si può misurare e dimostrare razionalmente. Chi esce dagli schemi è guardato con sospetto, come sciocco, bizzarro e anche come sovversivo.

Vjnlan – l’arcipelago del vento. Vjnlan è un arcipelago montuoso, situato molto a nord di Asteria, con pareti di roccia bianca fino a mille metri a strapiombo sul mare. Sulla sommità dei monti di Vjnlan si stendono verdi altopiani abitati. Le isole sono circondate da anelli di sabbia bianchissima. Gli abitanti di Vjnlan sono organizzati in tribù e vivono in simbiosi con il vento. Indossano un vestito con membrane sotto le braccia e tra le gambe, che permette loro di praticare una sorta di volo a vela, sfruttando venti e correnti ascensionali.

Keola. Keola è un piccolo continente quasi interamente ricoperto da foreste pluviali. È un territorio misterioso e in gran parte inesplorato, separato dall’isola di Altea da uno sterminato arcipelago che si sviluppa lungo tutto l’oceano. Sulla costa occidentale di Keola vive un popolo la cui sopravvivenza è messa in pericolo dalla presenza, sempre più invasiva, degli impianti industriali di Altea, costruiti per estrarre le risorse di Keola, in particolare la sua inesauribile (così almeno crede il governo di Altea) riserva di acqua dolce, ma anche di ferro, rame, zinco, stagno, oro e carbon fossile.




BIOGRAFIA. Isabel Harper è lo pseudonimo sotto cui scrivono due coniugi milanesi, Isabella Salmoirago e Marco Rosso. Si occupano da anni di narrativa per ragazzi e hanno vinto premi prestigiosi, tra cui il Premio Andersen Baia delle Favole nel 1993. In particolare Isabella Salmoirago ha un’esperienza ventennale in campo editoriale come autrice, editor, responsabile editoriale e illustratrice, ed è attiva nelle scuole con laboratori di promozione della lettura. È la creatrice di Storybox Creative Lab, in cui si occupa di storytelling, editing e illustrazione.


sabato, maggio 12, 2018

In libreria #199 - Blake. Il divenire degli Dei

In libreria #199 - Blake. Il divenire degli Dei

Il Taccuino Ufficio Stampa




Titolo: Blake. Il divenire degli Dei
Autore: Simone Alessi
Genere: Fantasy
Casa Editrice: Vertigo Edizioni
Collana: Approdi
Pagine: 360
Codice ISBN: 978-8862065931

Presenta

Blake. Il divenire degli Dei di Simone Alessi
Un fantasy che trascende il suo genere di appartenenza per esplorare i territori della mente e della coscienza degli esseri umani, miscelando a leggende antiche, dogmi religiosi e divinità profane un futuro tecnologico in cui la cultura e il mito sono stati messi da parte in favore di una vita incentrata sul materialismo. È la storia di Blake, un ragazzo che contiene in sé un universo di segreti e potenzialità sovrumane, e del suo duro percorso verso l’accettazione di una diversità che l’ha reso emarginato da una società miope. Una storia originale e coinvolgente, in cui la magia si intreccia al destino degli uomini, e in cui l’arte e la storia del passato diventano parti importanti di un viaggio tragico ma necessario alla ricerca del bene più prezioso di Blake, il vero sé stesso.

  




«[…] Blake, ora in piedi, fece qualche passo, senza paura nel cuore. Non capiva ma voleva capire. Perché aveva dato il benvenuto a lui come se fosse una donna, e perché Lene, chi era questa Lene? Luce aveva già intuito il dubbio del ragazzo e in una mossa elegante e sopra le righe lo guardò con sguardo divertito. – Sei curioso di sapere chi è Lene? – sorrise – Avere tutta la conoscenza del mondo e racchiuderla in un fiore, sapere tutto per non sapere nulla, amare quando non si ama. Ecco. Io sono questo. Pura luce. Colei che si chiama Lene è pura oscurità. Gli esseri umani vedevano in noi un equilibrio della totalità».

Corre l’anno 2919. Il mondo ha assistito inerme a numerose guerre mondiali che hanno distrutto la sua bellezza, e dalle quali è emerso il culto di un nuovo dio, la tecnologia, unico interesse dell’uomo e unico produttore di valori. Ai margini di un paese chiamato Vrbi Road, in un’antica cattedrale divenuta la sua casa vive Blake, un giovane considerato stravagante dagli abitanti, per il suo eccessivo amore per la solitudine e l’arte, e per una macchia dietro l’orecchio che muta seguendo il ciclo lunare, richiamo a forze ancestrali volutamente dimenticate. Blake è perseguitato da sogni talmente vividi da accompagnarlo nei momenti di veglia con i loro messaggi confusi ma tanto profondi da spingerlo a dipingere su tela ogni impressione e sensazione provata. È così che trascorre le sue giornate, nella bellezza di un’architettura sacra perduta nel tempo, con a volte la compagnia di pochi e fidati amici che non riescono però a strapparlo dalla sua condizione di emarginato sociale. Alessi riesce a descrivere i turbamenti dell’adolescenza e la ricerca del proprio essere autentico in un fantasy atipico che ridefinisce i confini del genere, presentando un protagonista controverso e dalle mille sfaccettature, e una serie di personaggi ispirati a divinità di differenti leggende e religioni, investiti di un simbolismo nuovo e portatori di messaggi complessi, dal punto di vista filosofico e dogmatico. Tra tutti Morte, Hecate, Lucifero, Enom e Selene (ognuno dotato di ruoli e nomi differenti a seconda dei luoghi che Blake visiterà) diventano difensori e corruttori del legame del ragazzo con la sua vera natura, una natura inimmaginabile finché la sua mente non si libera della limitatezza di pensiero intrinseca nell’essere umano. Solo allora potrà abbracciare con consapevolezza la sua ambiguità e la sua diversità. Blake. Il divenire dei Dei racconta della crisi del protagonista per un’appartenenza negata, e del suo faticoso percorso verso l’accettazione di un lato di sé che fa paura, ma che è anche il più autentico. E lo scrittore, nel descrivere questa profonda metamorfosi, non mostra alcun timore di sconfinare in territori discutibili e oscuri, di trattare del sesso, dei suoi diversi approcci e della fluidità di genere con apertura mentale assoluta, di mostrare la cecità e la brutalità di esseri umani e divini, e di fare ricorso a immagini forti e violente. Ma come in ogni buona storia che si rispetti, in questo romanzo si trova anche tanta bellezza, affidata soprattutto all’abilità di Alessi nel rappresentare ambienti e situazioni che sembrano scaturiti dalle mani di un pittore. E tanti sono gli spunti di riflessione, tante le metafore e i simboli evocati, tanti i riferimenti storici e artistici che fanno di Blake. Il divenire dei Dei un’opera complessa e stratificata.
Booktrailer di Blake. Il divenire degli Dei diretto da Michela Alfano

TRAMA. Blake è solo un ragazzo come tanti, forse un po' più schivo e stravagante dei suoi coetanei, o almeno questo è ciò che sembra. La verità è che Blake è qualcosa di molto più antico e più potente di quanto la mente umana possa concepire, ma sarà soltanto il suo incontro con Lucifero a rivelarlo. In un tempo che ha visto susseguirsi numerose guerre mondiali un nuovo conflitto incombe, ma questa volta le forze in campo sono ben diverse. Dal passato storico alla pura mitologia, dalla religione agli archetipi del simbolismo, Blake si troverà coinvolto in un’avventura spettacolare, affiancato da Selene, Morte, Hecate e Enom, confrontandosi con le sue stesse origini, lottando con la propria interiorità e immergendosi anima e corpo in ambigui rapporti con divinità che muteranno il suo essere nel profondo. Alla fine gli equilibri dei mondi saranno stravolti, alcune divinità periranno, altre si tramuteranno in qualcosa di nuovo, nell’eterno ciclo di trasformazione che dalla vita e attraverso la morte porta alla rinascita.

BIOGRAFIA Simone Alessi nasce nel 1985 a Urbino, dove inizia la sua formazione artistica frequentando l’Istituto d’Arte “Scuola del Libro” con particolare predilezione per le tecniche incisorie. Successivamente si trasferisce a Bologna dove frequenta l’Accademia di Belle Arti laureandosi a pieni voti nel corso di Scenografia, Progettazione spazi espositivi e Territorio. Lavora da diversi anni nel campo della grafica pubblicitaria e della grafica multimediale. Contemporaneamente si dedica con passione all’arte, alla scrittura e alla ricerca storica di credenze e rituali della tradizione stregonesca italiana. 
Copyright © 2016 Il Rumore delle Pagine , Blogger