Che aspetti? Vinci una copia!

23 ago 2016

Una storia semplice

Titolo: Una Storia Semplice
Autore: Leonardo Sciascia
Pagine: 66 (davvero molto breve)
Editore: Adelphi
Prezzo: € 8.00

 

"[...] A un certo punto della vita non è la speranza l'ultima a morire, ma il morire è l'ultima 
speranza."

Romanzo piuttosto complesso, nel contenuto, nonostante il titolo.
Un Giallo Siciliano con sfondo di mafia  e droga, sebbene le due cose non siano assolutamente nominate nel testo. E' un'intuizione che arriva alla fine.

Tutto comincia con una telefonata alla polizia da parte di un uomo che in casa sua ha trovato qualcosa.
Vedendo tardare la polizia, e capendo di essere in pericolo, l'uomo decide di mettere per iscritto cosa avesse trovato... o almeno, aveva avuto l'intenzione di farlo.
Suicidio.
Suicidio??
Qualcuno non è d'accordo.
La polizia inizia ad indagare, la storia si espande, si dilata, si aggroviglia senza dare il tempo al lettore di capire, di riflettere, di fare 2+2, tanto coinvolto dai ragionamenti dei personaggi.
Davanti alla proliferazione dei fatti, sia i lettori, sia l'unico personaggio che ricerca la verità, il brigadiere, che forse aveva capito...collega gli eventi troppo lentamente..
Ma bisogna andare avanti, il Brigadiere vuole capire.. e forse questo è l'estremo azzardo concesso a chi vuole ancora una volta "scandagliare scrupolosamente le possibilità che forse ancora restano alla giustizia".


E' davvero molto breve! Sciascia è uno dei grandi scrittori siciliani, e bisogna leggerlo. Stile semplice, sintassi prevalentemente paratattica, e periodi brevi.
Potreste tranquillamente leggerlo a mare in un'oretta!
Fatemi sapere!


Voto: 7

2 commenti:

  1. L'ho letto per scuola un paio d'anni fa insieme a Il giorno della civetta. Dei due è quello che mi è piaciuto di più, anche se non è proprio il mio genere.

    RispondiElimina
  2. No certo.. Non é neppure il mio genere.. Però é stato carino!

    RispondiElimina

Ciao, se ti è piaciuto il post lascia un commento! Sarò felice di leggerlo!

GIVEAWAY