giovedì 1 dicembre 2016

Recensione: Io non dimentico - Sara Marrari

Buongiorno lettori!!
Per adesso sono davvero in vena di leggere.. e ho finito un altro libro!
Potrei farci l'abitudine, sapete?
Tanti libri..passare la vita a leggere e recensire per voi...
Si, e poi come campo?
Devo mettermi a studiare, mannaggia. 

Ma bando alle ciance... o ciancio alle bande... ahahah
Inauguriamo DICEMBRE con un nuovo librooooo...

Volete sapere quale libro vi presento oggi? Lo volete sapere davvero?? Va bene... ve lo dicooo ❤

Titolo: Io non dimentico
Autore: Sara Marrari
Pagine: 207
Prezzo: 0.99 euro (Amazon)

Sono le 3:58 quando il detective Rafe Parker viene svegliato nel cuore della notte. Accanto a lui, avvolta nelle lenzuola del suo letto, c’è Jane Anderson, la tirocinante del Laboratorio scientifico del Dipartimento di Polizia in cui lavora. 
Ma non è questo a ridestarlo dal sonno e dalla sbronza della sera precedente. All'altro capo del telefono, l’agente Garrett lo convoca su una scena del crimine: il cadavere di uomo non ancora identificato è stato ritrovato da un metronotte in un vicolo della zona industriale. Un'impronta di sangue. Un piccolo oggetto metallico. Un ciondolo a forma di mezzo cuore. Un'incisione incompleta. Sono questi i soli indizi a disposizione per la risoluzione del caso. Troppo pochi per individuare il colpevole, abbastanza per fargli dubitare delle persone a lui più vicine. Compresa Jane. Perché nulla è come sembra: dietro quel corpo si celano un segreto e una promessa fatta tredici anni prima come sigillo di un amore che va al di là di ogni regola…



Recensione:

Sara Marrari, con il suo Thriller d'esordio, mi ha piacevolmente sorpresa! 
Ero rimasta un pò scossa dalla copertina, perchè non ne capivo davvero il senso.. però come ben sappiamo...con i libri tutto prende forma alla fine. 

Io non dimentico tratta di una tematica inusuale e delicata. Inusuale perchè non è proprio la tematica prediletta dalla maggior parte degli scrittori. Ma andiamo con ordine: 
Le protagoniste sono due migliori amiche, due ragazze che sono cresciute insieme: Kim e Maggie. Ormai hanno 25 anni.. Maggie gestisce una piccola e sobria libreria, e Kim frequenta l'università. Ma ci sono molte cose che non sappiamo di queste ragazze, e che l'autrice ci svela gradualmente, quasi per tenersi stretto il lettore, e causargli a una sensazione di suspense continua. 
Non a caso è un thriller, sei un genio Martina. 

C'è un uomo morto. Un uomo morto in un vicolo, e nessuno sa chi sia. Nessuno ne chiede notizie o denuncia la sua scomparsa. Eppure qualcosa sarà successa!
Cominciano le indagini.. il detective Parker, donnaiolo di prima categoria e super maschilista, è a capo della Squadra Omicidi del quartiere. Tuttavia è un personaggio che ho apprezzato molto, perchè davvero realistico. E questo posso dirlo di tutti i personaggi della storia.
Con le indagini l'autrice si è incamminata in una strada tortuosa, a mio parere, ma da cui è uscita vincitrice.
Descrivere delle indagini, con tutto quello che questo comporta, come utilizzare una terminologia appropriata senza annoiare il lettore, è davvero difficile. E risultare banali, e a soprattutto inverosimili, a mio parere, è molto semplice. E invece Sara ha fatto un ottimo lavoro. Nel leggere i loro ragionamenti, i loro pensieri, e tutte le spiegazioni scientifiche, credevo di stare guardando un film, una serie tv.. come Castle (che adoro). Credevo di trovarmi lì con loro, a respirare l'atmosfera di mistero in cui è avvolto il caso.
Ma il punto qui non è semplicemente capire chi e perchè ha ucciso quest'uomo. O meglio.. questo sembrerebbe l'obiettivo principale, dal momento che il detective si addanna per tutto il libro per trovare delle risposte.. ma quello è il suo lavoro!! L'autrice è andata decisamente oltre.. ha giocato con colpi di scena, e con una realtà che non viene solo narrata ma che il lettore va scoprendo piano piano. E trova piacere nel farlo, nonostante la sua tragicità.

Infatti, come vi dicevo prima, attenzione spoiler, le due ragazze da piccole sono state vittime di stupro. Questo le ha segnate e terrorizzate. Non parlarono mai a nessuno di quello che era successo 13 anni prima... e l'atto di Kim (ehi ma quale atto?? tantantantaaaan)  ha a che fare con tutto ciò, ma vi lascerò il piacere di scoprirlo da soli.. qualora foste interessati a leggere il libro.
Io sono rimasta molto colpita dalla vicenda, che ruota intorno a questa "tragedia", e da un lato sono contenta che l'autrice non si sia soffermata troppo nella descrizione di quella cosa che ho detto nello spoiler, perchè probabilmente non sarei riuscita a leggerlo. Mi impressiono facilmente.. e quando ho letto cosa avevano passato Kim e Maggie mi si è fermato il respiro per un paio di secondi. Ho pensato a delle povere bambine... e a quanto sia terrificante il mondo. Ma Sara Marrari non si limita a colpire il lettore dritto al cuore con questa originale tematica... decide di peggiorare la gravità della situazione............... (tantantantaaaaan)..... l'effetto sorpresa è stupendo. Nonostante la tristezza della situazione.
In mezzo a tanta tristezza, e a tanto dolore, però.. c'è una luce. Una luce che entra appena appena dalle finistre, e rischiara l'ambiente cupo e buio: L'Amicizia.
Non l'amore... ma l'amicizia. Sì.

"C’è un amore che va al di là di quello che noi tutti conosciamo e a cui attribuiamo questo nome. È un amore che non conosce tempo, invidia o gelosia. Un amore che non ti logora. Un amore che non prende, ma dà solo. Un amore che nessuno può fermare”

L'autrice si sofferma, anche se indirettamente, sull'importanza dell'amicizia, del sentimento che più frequentemente lega le persone. Sul dialogo.. sulla necessità di sfogarsi con qualcuno. Di essere importante per qualcuno per cui valga la pena, a sua volte, di andare avanti.
E infatti, tra i Ringraziamenti, Sara Marrari scrive:

Il primo ringraziamento, perciò, non può che esser diretto alla mia migliore amica Ilaria, “l’altra metà del mio cuore”. Grazie per avermi insegnato cosa significa voler bene ad una persona. Grazie per esserci sempre stata, nel bene e nel male, e per aver condiviso con me, in questi ventiquattro anni, il bello e il brutto. Grazie per aver letto il libro da cima a fondo ed esserti emozionata: questo per me ha significato molto. E infine, grazie per “la stretta di mano” di copertina! Come sempre sei INDISPENSABILE!


E da qui....si capisce quanto per l'autrice certi valori, e certi messaggi siano importanti. E sono contenta di aver letto qualcosa di nuovo, sebbene non sia qualcosa di "allegro". Ma d'altronde.. non esistono solo i colori chiari e accesi, caldi. Ci sono anche quelli freddi e scuri.

Io non dimentico presenta una trama interessante, verte intorno a una tematica originale ed è scritto molto bene! I tre ingredienti perfetti insomma... 

Un bel libro da: 🌟🌟🌟🌟 

Alla prossima recensione,
Risultati immagini per scritta martina

1 commento:

  1. Ciao Marti <3
    magari guadagnarsi da vivere leggendo e recensendo libri lol xD
    Sono contenta che ti si piaciuto ma, conoscendomi, non credo lo leggerò mai. Da vera lettrice rosa che si rispetti, nella mia libreria c'è poco spazio per altri generi ahah

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!

Popular Posts