domenica 11 giugno 2017

Recensione - 9 Novembre, Colleen Hoover

Buon pomeriggio amanti della Hoover, e buona domenica!
Probabilmente la maggior parte di voi avrà già letto questo romanzo, e la mia recensione servirà davvero a poco, però, per chi non lo avesse ancora letto ci sarà un parere in più da considerare!

9 Novembre (Leggereditore) di [Hoover, Colleen]
9 Novembre
di Colleen Hoover

Pagine: 308
Prezzo: 14.50 (Cartaceo)
Genere: Young Adult
Editore: LeggerEditore
Pubblicazione: 20 Ott 2016
Narrazione: Prima persona, pov alternati
Coppia: Fallon, attrice sfregiata da un incendio in tenera età; Ben, aspirante scrittore



«Nessuna combinazione di parole potrebbe mai
rendere giustizia a questo momento.»


Sinossi:


È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice.

Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a che non ne compiranno ventitré. È così che ogni 9 novembre i due protagonisti aggiungono un nuovo capitolo alla loro storia, finché qualcosa non arriva a sconvolgere le loro promesse e a mettere alla prova i loro sentimenti, tra i dubbi di Fallon e le mezze verità di Ben.


E' stata la mia prima esperienza con la Hoover, e devo dire che non ho parole. 
Questo libro aspettava sulla mensola della mia libreria già da mesi. Lo guardavo con ansia. Sentivo la pressione di tutte le persone che ne avevano parlato in maniera eccezionale, la paura che a me non sarebbe piaciuto, l'aspettativa e la curiosità che crescevano fino a quando ho pensato "Basta, è arrivato il momento". 
Ho capito perchè tutto il mondo è innamorato di Colleen Hoover. 
Ho capito quanto riesca a entrare nel cuore dei lettori in modo tutt'altro che banale, con sentimenti taglienti come schegge di vetro. Trasparenti e concreti. 
Come al mio solito, mi sono approcciata a questa lettura senza leggere nemmeno la trama, senza aver letto nessuna recensione (conosco i pareri ma non le recensioni delle altre blogger), pronta a buttarmi a capofitto in questa nuova avventura e farmi travolgere dalle emozioni. 
Il libro mi ha presa fin dalle prime pagine, (cosa che mi accade molto raramente) e mi ha tenuta incollata fino alla fine (cosa ancora più rara). Non riuscivo neppure a studiare, dovevo sapere. 
Ammetto che la Hoover gioca bene i suoi assi. Intendo dire che non mi aspettavo niente di tutto quello che in realtà c'è all'interno della storia. Molte volte non riuscivo a capire dove volesse andare a parare, e temevo che alla fine sarebbe stato un grande buco nell'acqua. Invece l'autrice svela a tentoni piccoli pezzi del puzzle che non saranno chiari se non quando uno dei personaggi non vuoterà il sacco. E credetemi se vi dico che è sconvolgente. 

L’anno scorso non te l’ho detto ma il 9 novembre è l’anniversario dell’incidente. E il fatto di aspettarlo con impazienza per vederti ha fatto sì che io non tema più come un tempo questo giorno. E per questo devo ringraziare T E

Ho adorato i personaggi. 
Ben è stato il primo di cui mi sono innamorata. La sua sfacciataggine mi ha colpita, mi è piaciuta, e sono contenta che non sia il solito ragazzo dall'educazione brillante e dalla famiglia perfetta. Anzi, la tragicità della storia forse è stata la componente più originale che fin ora ho trovato in un Young Adult, (ma ammetto che mi sono introdotta al genere da poco). 
Ma dicevo, con ammirevole sfacciataggine Ben si presenta al tavolo di un ristorante al quale sono seduti Fallon e il padre, con l'intento di salvare Fallon dalle grinfie di un genitore che calpesta l'autostima della figlia, nonostante l'accaduto. E così Ben e Fallon cominciano a conoscersi. 
Perchè 9 Novembre? 
Fallon si sta per trasferire a New York, con l'intento di raggiungere il suo sogno: tornare a recitare, mentre Ben è un aspirante scrittore. I due protagonisti hanno solo 18 anni e non si sentono pronti a intraprendere una relazione seria, anche perchè si conoscono da pochissimo, ma non sono neppure pronti a lasciarsi del tutto e a non rivedersi mai più, così decidono di vedersi ogni 9 Novembre, Per 5 anni. Ma avranno dei compiti da svolgere, Ben per esempio dovrà iniziare a coltivare seriamente il suo sogno, e dovrà scrivere un libro sulla loro storia, così questo manoscritto sarà una sorta di terzo personaggio, sarà la chiave di tutto, il puzzle completo, la scusa per rivedersi, la causa dell'allontanamento. 
Sì, lo pensavo anch'io all'inizio: "E io dovrei stare a leggere che cosa fanno una volta all'anno questi due? Che noia". 
Credetemi, Questo romanzo è tutto tranne che noioso. Le cose non vanno assolutamente come vi aspettate, succede davvero di tutto, e più volte mi sono chiesta quando sarebbe finita questa tortura. 
La Hoover ha una fantasia, un'immaginazione che credo meriti un premio Oscar. 
Mi sono identificata molto in Fallon, una ragazza le cui insicurezze sono radicate nel profondo della sua anima, e con lei ho riso, sofferto, pianto, e mi sono innamorata. E poi mi sono sentita di nuovo tradita. E dopo ancora di nuovo innamorata. Il mio povero cuore non avrebbe retto ancora per molto: i colpi di scena sono entusiasmanti, originali, e strazianti
Dopo il terzo 9 Novembre infatti, la vicenda cambia radicalmente, seppure per gradi. L'autrice vi introduce in una nuova realtà, scoprirete cose che manderanno in frantumi tutte le certezze che avevate accumulato nel corso della lettura, e ricominciare a leggere sarà sempre più difficile. Uno dei personaggi di cui vi siete innamorati vi darà una grossa, enorme, incredibile delusione, ma voi, vi ritroverete a perdonare l'imperdonabile. 
Come ho fatto io. 
Come ha fatto Lei. 
Come ha fatto Lui. 

E' un libro meraviglioso, originale, straziante, romantico, indimenticabile. 
Fallon e Ben ci insegnano così tanto in poche pagine, in poche ore. 
Ci si può innamorare in poco tempo, può scattare qualcosa. L'amore non ha regole predefinite.. 
«Quando trovi l’amore, lo afferri al volo.
Ti ci aggrappi con entrambe le mani e  fai tutto ciò che puoi per non
lasciarlo andare. Non puoi voltargli le spalle come se niente fosse e pretendere che
resti lì ad aspettare il momento in cui sarai pronta.»

Ci insegnano che prima di prendere una decisione è necessario andare a fondo, conoscere la verità, e concedersi la possibilità di sapere. 
9 Novembre è un libro che riuscirà a segnarvi profondamente, che amerete, che vi farà soffrire, che vi infonderà tanta forza e insegnamenti. Come dice Fallon, è stato proprio "Instalove", per me. 


Voto: 💘💘💘💘💘


Martina

1 commento:

Ciao, se ti è piaciuto il post lascia un commento! Sarò felice di leggerlo!

Popular Posts