tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 9

lunedì, febbraio 26, 2018

Recensione - Diario di una BookLover


Diario di una booklover (Pink Magazine Italia) di [D'Amore, Isabella]Diario di una booklover
di Isabella D'Amore
_______________________
Pagine: 55
Prezzo: EUR 0.99
Editore: Pink Magazine Italia
Pubblicazione: Aprile 2017

Chi è il bibliofilo? “Chi ama i libri in se stessi, per la loro antichità o rarità, e ne fa collezione” recita il dizionario Treccani. Ecco dunque la definizione dei cosiddetti booklover. Una razza aliena? No, una vera e propria schiera di amanti dei libri che hanno un profilo ben preciso. Un breve saggio, divertente e senza pretese, in cui si fa un viaggio nelle piccole manie, gioie e debolezze dei booklover. Ce n’è di ogni tipo: annusatori di libri, collezionisti di gadget letterari, amanti delle edizioni speciali, lettori incalliti, book-blogger, Amazon-dipendenti. Non mancheranno ovviamente consigli di lettura e soprattutto tanti suggerimenti per acquisti “librosi”. Caricate le vostre carte prepagate e tenetele pronte. Si parte!



Oggi diamo una rinfrescata al blog con una recensione di un breve saggio dedicato ai booklovers. Eh si belli miei, hanno scritto un libro su di noi e per noi. 
Dal momento che sono davvero pochissime pagine, direi che potreste tranquillamente tentare la fortuna con una piccola chicca come questa. 
Isabella D'Amore scrive poche ma divertenti pagine sulla realtà di un bibliofilo, sottolineando la nostra ferocia davanti a un buon libro e alle persone che di punto  in bianco rallegrano con la nostra giornata con la fatidica domanda "Perchè leggi il libro se c'è il film?". 
Ammettetelo. Quanti di voi si sono ritrovati sul punto di uccidere qualcuno dopo una domanda simile? 
Questo breve saggio accenna anche alla guerra civile tra Ebooks e Cartacei, alle sfumature di un bibliofilo e a tutte le sue varianti. Ai gadgets librosi (con consigli su dove acquistarli), e arricchisce la portata con numerosi consigli letterali. Vi ritroverete a prendere appunti! Io ho segnato un paio di letture. Volete sapere quali?? 
Okay.. va bene. 
Due dei consigli della nostra cara Isabella sono: 
1.
Se non ti vedo non esisti di [Levante,]
 Anita, redattrice in una rivista di moda, è quello che tutte sognano di essere: bella, giovane, elegante e colta. Ma anche tremendamente complicata. Sua madre e sua sorella, così concrete, non capiscono da dove arrivi la sua inquietudine, quella voglia di mangiarsi ogni attimo come fosse l'ultimo e di scappare a gambe levate non appena qualcuno minaccia di metterla in gabbia. Anita però lo sa bene: quando si guarda allo specchio, le sue "mille me" – così le chiama lei – riflettono i suoi cambiamenti di umore e la incoraggiano, la contraddicono, la rimproverano quando sbaglia. Perché Anita sbaglia spesso, soprattutto quando si tratta di uomini. I suoi errori più grandi sono tre: Filippo, affascinante e indisponibile, incontrato per caso su un volo per New York; Flavio, un incrocio di sguardi che si è trasformato in passione; e poi Jacopo, il marito che le è sempre stato accanto ma ultimamente sembra non capirla più. Anita crede di amarli tutti, ma forse la verità è che la vita le sta sfuggendo di mano, come la sua immagine riflessa nello specchio. Dovrà scavarsi dentro e fare i conti con un passato ancora dolorosissimo, per imparare a prendersi cura di sé senza smettere di innamorarsi e di sbagliare: solo così potrà ricominciare a vedersi, e a esistere, davvero.

2.
Il diritto di contare di [Shetterly, Margot Lee]
La storia mai raccontata delle donne afroamericane che nel periodo della guerra fredda, sfidando razzismo e sessismo, hanno dato un contributo fondamentale ai successi del programma aerospaziale americano. 
Se John Glenn ha orbitato intorno alla terra e Neil Armstrong è stato il primo uomo a camminare sulla luna, parte del merito va anche alle scienziate della NASA che negli anni Quaranta, armate di matita, regolo e addizionatrice, elaborarono i calcoli matematici che avrebbero permesso a razzi e astronauti di partire alla conquista dello spazio.Tra loro c'era anche un gruppo di donne afroamericane di eccezionale talento, originariamente relegate a insegnare matematica nelle scuole pubbliche "per neri" del profondo Sud degli Stati Uniti.Dorothy Vaughan, Mary Jackson, Katherine Johnson e Christine Darden furono chiamate in servizio durante la seconda guerra mondiale a causa della carenza di personale maschile, quando l'industria aeronautica americana aveva un disperato bisogno di esperti con le giuste competenze. Tutto a un tratto a queste brillanti matematiche e fisiche si presentava l'occasione di ottenere un lavoro all'altezza della loro preparazione, una chiamata a cui risposero lasciando le proprie vite per trasferirsi a Hampton, in Virginia, ed entrare nell'affascinante mondo del Langley Memorial Aeronautical Laboratory. E il loro contributo, benché le leggi sulla segregazione razziale imponessero loro di non mescolarsi alle colleghe bianche, si rivelò determinante per raggiungere l'obiettivo a cui l'America aspirava: battere l'Unione Sovietica nella corsa allo spazio e riportare una vittoria decisiva nella guerra fredda.
Sullo sfondo della seconda guerra mondiale, della lotta per i diritti civili e della corsa allo spazio, Il diritto di contare segue la carriera di queste quattro donne per quasi trent'anni, durante i quali hanno affrontato sfide, forgiato alleanze e cambiato, insieme alle proprie esistenze, anche il futuro del loro Paese.

Voi li avete letti? Io li ho appena aggiunti in wishlist, ma prima di tutto non perdetevi "Diario di una booklover". Prendete carta e penna, e non abbiate paura di vedere il vostro riflesso di bibliofilo/a con un problema ossessivo/compulsivo: la voglia di comprare sempre, e dico SEMPRE, libri.

Una lettura breve, divertente, simpatica e diversa dalle altre, che ci fa sentire liberi di essere noi stessi, e davanti alla quale non dobbiamo nascondere il nostro animo da "topo da biblioteca".
Peccato che sia molto breve, mi sarebbe piaciuto continuare per qualche altra pagina!

Consigliato

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!

Copyright © 2016 Il Rumore delle Pagine , Blogger