sabato 10 marzo 2018

Recensione [Anteprima] - Wolves Coast



TITOLO: Wolves coast
AUTORE: Ornella Calcagnile
GENERE: Fantasy/Young adult
PAGINE: 198
PREZZO: ebook € 3,99 cartaceo € 14,90
DATA DI USCITA: 9 marzo 2018
Link di acquisto: ebook https://goo.gl/kqS2yN

Wolves Coast è una ridente località che ai turisti appare come un semplice luogo di vacanza. Nessuno penserebbe mai a una terra di conflitti che ha visto affrontarsi coloni e amerindi, nessuno si aspetterebbe che quella faida si sia trascinata in sordina per secoli fino a esplodere in una battaglia tra popolazioni vicine, eppure per certi versi distanti. Howi è un giovane di South Wolves con il cuore ferito e un enorme segreto a gravargli sulle spalle, ma con una solida comunità su cui poter contare. Emily è una ragazza di città, delusa dagli affetti, con uno spiccato desiderio di libertà e in cerca della propria strada, una ricerca che la porterà a Wolves Coast. Due personalità che, sebbene diverse, riescono a unirsi profondamente nell’arco di un’estate e a spalleggiarsi in uno scontro senza eguali per quel lembo di costa tanto desiderato da una fazione e tanto protetto dall’altra. Amore e guerra sono vicini più che mai, ma il primo sopravvivrà alla seconda? 

Cari lettori, vi presento un nuovo titolo che proprio oggi ha il suo debutto! Purtroppo questa volta non so da dove iniziare nel scrivere la recensione. Ci sono diverse cose che non mi sono andate a genio nella lettura di questo romanzo, e altre che mi sono sembrate carine. Ma procediamo con ordine, perché non penso che sia un libro orribile. 

Il titolo e la copertina, anche se lasciavano comprendere molto della storia, mi hanno incuriosita. Contemporaneamente alla curiosità che mi ha spinta a leggere il libro, avevo anche il timore che fosse la "brutta copia" di Twilight, soffermandosi però sulla storia di Bella e Jacob. Purtroppo in buona parte ciò è successo. Non voglio dire che l'autrice lo abbia fatto di proposito, in primo luogo perché non mi permetterei mai senza conoscere i retroscena, in secondo luogo perché ci sono degli elementi che rivelano il fatto che la scrittrice abbia portato avanti le sue ricerche con l'intento di dare il proprio tocco personale, distaccandosi così dai modelli conosciuti. Sfortunatamente direi che c'è riuscita poco, visto che nella prima metà del libro, in moltissime scene e descrizioni ho avvertito la sensazione di un grande dejà vu.  

La nostra protagonista è Emily, una ragazza ventunenne, originaria di Seattle, che ha deciso di prendersi una vacanza, un lunga pausa, dalla sua quotidianità. La famiglia non si poteva più definire tale da diverso tempo, gli amici le facevano mancare l'aria, così come anche Maxwell, il suo fidanzato con la perenne ossessione di gestire la sua vita e quella della sua fidanzata. Inutile dire che io stessa, in una situazione del genere, sarei scappata in un altro continente. A causa della passione per la fotografia, Emily giunge a Wolves Coast. Un luogo che sembra essere un paradiso non ancora invaso dall'uomo e dalla sua scia di industrializzazione. La vegetazione selvaggia, con scogli e scogliere a ridosso sul mare, che caratterizza il posto, mi ha particolarmente ricordato il luogo in cui viveva Jacob. 
A Wolves Coast Emily incontra Howi, un ragazzo di diciotto anni, particolarmente affabile, gentile e con un sorriso da mozzare il fiato. Ci sono diverse circostanze, abbastanza prevedibili, che fanno comprendere al lettore il segreto di Howi, ma Emily, un po' come Dora l'esploratrice, sembra non accorgersi di nulla. Di che segreto parlo? Howi non è un semplice umano, è un mutaforma. Nei casi di pericolo, rabbia, frustrazione, e quindi in tutte quelle circostanza in cui perde il controllo, si trasforma in lupo mannaro. 
Howi, infatti, mi è sembrato il ritratto di Jacob per molti aspetti. Non voglio portare per le lunghe il paragone, ma come avrete capito ho riscontrato parecchie somiglianze che hanno fatto perdere punti al libro in fatto di originalità, almeno ai miei occhi. 
Se Howi sembra il ragazzo perfetto, dentro e fuori, non si può dire lo stesso di Juri. Juri è il tipico antagonista che si mette in mezzo alla coppietta felice. Un essere spregevole, viziato, arrogante, e anche lui mutaforma. Juri è ossessionato da Emily, la desidera carnalmente come nessuna donna nella sua vita, e questo accende la sua determinazione nel volerla a tutti i costi. Se Juri ha avuto l'imprinting carnale con Emily, Howi ha avuto quello spirituale, molto più potente, e per fortuna ricambiato, in un certo senso. Ho apprezzato molto la differenza tra i due tipi di imprinting, ha dato quel tocco di originalità che serviva necessariamente. Anche se a questo punto della vicenda ho temuto il peggio. Avevo paura che la storia andasse a sfociare nella banalissima indecisione tra il ragazzo bello e cattivo, e quello dolce e premuroso. Per fortuna, non è andata così. La fissazione per Emily dipinge Juri come uno psicopatico, piuttosto che come un uomo da cui poter essere realmente attratti, e di conseguenza la storia sembra toccare il tema della lotta tra bene e male. 


Bisogna però anche dare alcuni meriti all'autrice, perché ci sono. Sicuramente il romanzo è scritto bene. Sintatticamente è ben costruito, presenta una prosa scorrevole ed equilibrata. Il lessico è vario e non ci sono ripetizioni (le odio profondamente, quindi presto attenzione e mi saltano spesso all'occhio). La narrazione è abbastanza coinvolgente. A prescindere dall'originalità è un libro ricco d'azione, il che rende il ritmo della lettura più incalzante. Inoltre, presenta un doppio POV, di Howi e di Emily, cosa che ci permette di avere un resoconto della vicenda da entrambi i punti di vista. Generalmente questa è una tecnica che mi aiuta a comprendere meglio i personaggi, a vedere con i propri occhi e capire chi si sofferma su cosa. In questo caso ho avvertito poco la differenza tra i due personaggi, e forse in alcuni punti mi sarei aspettata anche il POV di Juri. 

La storia d'amore tra Howi ed Emily rappresenta il filo conduttore principale della storia. Il loro rapporto è sicuramente speciale, all'altezza di un vero imprinting spirituale, fatto di dolcezza, complicità, amore, e passione. Howi tiene molto ad Emily, e la proteggerebbe anche a costo della sua stessa vita. E' molto premuroso, e fa di tutto per non farle mancare niente. Emily sembra il suo nuovo inizio, carico di speranza e positività. Tuttavia, la competizione con Juri, che risale ormai a tempi leggendari, complica le cose e mette a dura prova la fiducia e la solidità di questa nuova coppia. 

A partire dal 70% circa della lettura, sembra scattare qualcosa di interessante. La storia d'amore sembra momentaneamente messa da parte, per dare spazio a una missione di salvataggio. La tranquillità a stabilità che caratterizzava il romanzo, sembrano lasciare il posto all'azione e all'incertezza. Alla paura e al timore di come andranno le cose. Finalmente la matassa si infittisce, regalandoci qualche brivido d'ansia e di adrenalina verso un finale che promette bene e che non sembra deluderci!
Sicuramente è una lettura leggera, che non richiede nessun tipo di impegno intellettuale, ma che potrebbe appassionare gli amanti dell'urban fantasy/Young adult come Shiver  e Twilight. 

1 commento:

  1. Bellissima recensione, purtroppo però la somiglianza tra jacob e bella non mi piace, ma non lo escludo dalle mie prossime letture.

    PS. lo sfondo nero, per quanto sia bellissimo, affatica molto la lettura :(

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!

THEME BY RUMAH ES