mercoledì 13 settembre 2017

Recensione - Victoria

Risultato immagine per victoria daisy goodwinVictoria
di Daisy Goodwin
_________________

Pagine: 432
Prezzo: EUR 9.99/219.50
Editore: Sonzogno
Pubblicazione: 1 Giugno 2017

Vittoria ha solo diciott’anni quando, nel 1837, la morte dello zio Guglielmo IV la innalza al trono d’Inghilterra. Esce da un’adolescenza malinconica e nei suoi primi giorni da regina viene guardata a vista dalla madre e dall’onnipresente e ambizioso Sir Lord Conroy, che esercita una grossa influenza sugli affari di stato e si sente minacciato dal carattere indipendente della giovane sovrana. Sebbene il potere la seduca fin da subito e le conferisca una straordinaria energia, le prime mosse dell’inesperta Vittoria sono però piuttosto avventate, soprattutto quando solleva pesanti, e ingiusti, sospetti contro l’inseparabile dama di compagnia di sua madre, accusata di intrattenere una relazione con l’odioso Conroy. Questo e altri passi falsi gettano una luce sinistra sulla regina, che non piace né al parlamento né ai sudditi. Gli scandali si succedono, insieme agli intrighi della corte per ostacolare la sua ascesa. Inoltre, agli stentati inizi sembra che stia per aggiungersi un matrimonio di pura convenienza dinastica. E invece... Le nozze con il cugino Albert si riveleranno il felice punto di svolta della vicenda pubblica e sentimentale di Vittoria d’Inghilterra, destinata, grazie alla non comune abilità politica e all’intrepida personalità, a segnare l’Ottocento britannico e a diventare una delle più grandi figure femminili della storia.


Buongiorno lettori, avete notato la nuova veste del blog? Vi piace? Tutta opera di Denise di Daydream Design! Un lavoro pulito e molto carino! Sono contenta che il blog adesso abbia un aspetto un po' più serio!
Ma andiamo al dunque, perché non vedo l'ora di parlarvi di questo libro: Victoria di Daisy Goodwin.
Non conoscevo la Goodwin, e devo dare il merito di questa conoscenza alla Casa Editrice Sonzogno, che ringrazio per avermi permesso di affrontare questa lettura. L'ho adorata.
Amo la storia in generale, ma ci sono periodi che mi hanno sempre mandato in estasi: Rinascimento ed epoca Vittoriana sono tra questi. Quando ho scovato questo libro tra le pubblicazioni della suddetta CE ero entusiasta, e speravo che fosse una bella lettura. Ora posso dire che la Goodwin è stata per me una piacevolissima sorpresa, e non vedo l'ora di leggere qualche altro suo libro.


Victoria fu scritto durante la realizzazione dell'omonima serie televisiva, (che vi consiglio, e  su cui presto scriverò un post a parte), e no, questo non fa perdere punti al libro, anzi.. ho trovato splendido avere un riscontro visivo e uditivo dei personaggi sapientemente descritti dalla Goodwin!
Non sarò certo io a raccontarvi la storia della regina Vittoria, l'avete studiata a scuola, e se non lo avete fatto lo farete presto, e per questi ultimi, posso anticiparvi che Vittoria, o meglio Victoria, prima di essere regina è stata Alexandrina Victoria, figlia del principe Edoardo, duca di Kent e della principessa tedesca Vittoria di Sassonia-Coburgo-Saalfeld. E' proprio qui che comincia a narrare la nostra abilissima autrice, presentandoci una giovane ragazza che è cresciuta quasi segregata in casa per il troppo affetto della madre e per gli errati consigli di quello che noi oggi definiremmo il suo compagno, Sir John Conroy. Il padre era morto nel 1820, e a regnare vi era lo zio Guglielmo IV. Alla morte del re, nel 1837 è il turno di Victoria, che l'autrice non ci presenta esclusivamente come regina, ma prima di tutto come persona. Una giovane ragazza che dal preoccuparsi esclusivamente del suo cane e della sua vuota quotidinità, si ritrova a governare un paese, e non uno qualunque, ma uno dei paesi all'epoca più ricchi dell'Europa, e lei ha solo 18 anni. Una volta divenuta Regina, Victoria dimostra grande responsabilità, e maturità. All'inizio la vedremo vacillare e commettere qualche errore, ma con la sua genuinità, sincerità e misericordia conquista facilmente il suo popolo. Categoricamente decisa a non sposarsi, si occupa giornalmente degli affari del paese insieme al suo Primo Ministro, Lord Melbourne, per il quale ella proverà grande ammirazione, affetto e forse qualcosa in più. Victoria è pur sempre un'adolescente, e i suoi sentimenti sono sempre molto esplosivi, nonostante l'eleganza e la regalità con cui li esprime, ma Lord M è un uomo adulto, che ha più del doppio dei suoi anni. Capite bene che non si può proseguire in questa direzione, ed è stato in circostanze come questa che ho apprezzato molto il personaggio di William Melbourne: un uomo onesto, fedele, colto, intelligente ma anche totalmente devoto alla nazione, e al senso del dovere.


"Ma io non mi lascerò dire cosa devo fare, né da loro né da nessun altro."

Daisy Goodwin è stata in grado di raccontarci di una grande regina riportando fatti reali, storicamente corretti, (approssimativamente), e senza fare annoiare. Non dovete pensare che sia come una lezione tra i banchi di scuola. Ammetto che questa era una mia preoccupazione, non volevo che fosse una lezione di storia, desideravo che fosse esattamente quello che si è rivelato: una romanzo dalla sorprendente scorrevolezza, nonostante la mole, che permette al lettore di rivivere un' importantissima epoca storica con occhi diversi, e ammetto che a ciò ha contribuito la serie televisiva, che vi consiglio di iniziare almeno quando sarete arrivati a circa metà libro, (capirete perché, o se volete saperlo ve lo spiegherò in separata sede!).
A rendere Victoria un personaggio vero, concreto e credibile è l'inquadratura della scrittrice, che non la riprende mai esclusivamente in momenti di gloria, ma anche, se non soprattutto, nei momenti difficili, quando Victoria è costretta a rialzarsi dopo essere caduta. La vediamo preoccuparsi per il suo paese, per il suo regno, per se stessa. La vediamo soffrire, gioire e innamorarsi, e con lei proveremo ogni singola sensazione. Vivremo con lei l'infatuazione per il Primo Ministro, così come l'amore forte e puro che la porterà a sposare il Principe Alberto di Coburgo, nonché suo cugino. Sebbene tale matrimonio le fosse stato inizialmente proposto come matrimonio di convenienza, (che lei aveva rifiutato, decidendo di seguire le orme della Regina Vergine Elisabetta I), esso sarà anzi un "matrimonio di sconvenienza", come dice, ironicamente,  la nostra giovane Regina tra le pagine del libro. Vedremo Alberto e Victoria in disaccordo su molte cose, ma la scintilla che si accende al loro primo sguardo sarà più forte di tutto, e il loro ci viene riportato come un amore bellissimo.


Un amore come il nostro può bruciare città intere, Victoria.


Daisy Goodwin a questo punto prende un post tra gli autori che hanno rubato il mio cuore, (anche se ovviamente ci vorranno delle conferme per accertarlo, ecco che penso di leggere qualche altro suo libro). E' una lettura magnifica, che consiglio caldamente agli amanti dei romanzi storici o di storica ambientazione, ma anche a chi ha sempre avuto paura di approcciarsi a questo genere letterario. Con questo libro andate sul sicuro: non ho mai provato noia, e non mi è mai risultato pesante. Direi che è una delle mie letture preferite.
Tuttavia non posso dare 5 stelle a questo splendido romanzo, per colpa del finale. Il finale non è semplicemente un finale aperto, ma mi è risultato brusco, come se a un certo punto fosse stata mozzata una parte del libro. Tale finale sembra presagire che ci sarà un seguito, anche perché la serie tv arriva ben oltre ciò che ci viene presentato alla fine del libro, quindi spero con tutto il cuore che rivedremo questi personaggi in un secondo volume, perché li ho adorati e ci sono rimasta particolarmente male nel lasciarli così, senza preavviso. Per il momento potrò consolarmi solo con la serie, la cui seconda stagione è in corso!



Share:

6 commenti:

  1. Ciao Marti, la serie tv mi piace un sacco e mi piacerebbe leggere anche questo libro! ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps complimentissimi per la nuova grafica! ❤️

      Elimina
    2. Te lo consiglio assolutamente!
      E grazie!! :D

      Elimina
  2. Ciao Martina!! Grafica bellissima, come tutti i lavori di Denise :)
    Ho visto la serie tv (adorata!) ma non ho ancora letto il romanzo. Recupererò!

    RispondiElimina
  3. Ciao Martina!
    Grafica bellissima: questo colore mi fa pensare alla primavera! <3 <3
    Devo recuperare sia il libro che serie tv ma sono molto curiosa di leggerlo!

    RispondiElimina
  4. Ho appena scoperto dell'esistenza di questo libro. Adoro la serie tv... e ora, mentre aspetto l'uscita della terza stagione, posso mettermi a leggere il libro *-*

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!