domenica 26 novembre 2017

Recensione - La Chimera di Praga

Risultato immagine per la chimera di pragaLa Chimera di Praga
di Laini Taylor
_______________
Titolo originale: Daughter of smoke and bone
Traduzione: Donatella Rizzati
Data di uscita: 4 Maggio 2012

Editore: LainYA/Fazi
Prezzo: 14,90
Pagine: 387


Karou ha 17 anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città dove vive, non passa inosservata: i suoi capelli crescono di un naturale blu acceso, la sua pelle è ricoperta da un’intricata filigrana di tatuaggi e parla una straordinaria quantità di lingue. Spesso scompare per giorni, e nessuno sospetta che durante quelle assenze vada in giro per il mondo a compiere missioni per Sulphurus, il demone chimera che l’ha adottata alla nascita. Karou non sa nulla delle proprie origini, né possiede ricordi dei suoi veri genitori, e una strana sensazione di vuoto, di memoria perduta agita i suoi pensieri e i suoi sogni senza mai abbandonarla. Così la sua quotidianità praghese, dominata dalla passione per il disegno, è intervallata da improvvisi ed esotici viaggi che la conducono fin dentro i più fumosi vicoli della medina di Marrakesh. Chi è dunque questa giovane e talentuosa avventuriera? Quale mondo si cela in quei disegni di corpi metà animali e metà umani che costellano i suoi fogli? Arriverà una guerra, spietata e senza tempo, a svelare la natura di Karou e della sua famiglia e a farle conoscere il vero amore, tanto passionale quanto contrastato.
RECENSIONE

Risultato immagine per La chimera di pragaAmici miei, che libro. 
CHE
LIBRO.

Avrei dovuto leggere questo libro mesi orsono, ma a causa di un po' di confusione dietro le quinte ho tardato l'impegno che mi ero presa. 
La domanda è: cosa avevo in testa quando ho posticipato la lettura di questo libro? Le scimmie che ballano il bunga bunga? 
Probabilmente. 

Io... ho amato questo libro. Ho amato Karaou. Ho amato Laini Taylor. E.. perdonate lo sclero ma.. dovete, e dico DOVETE, assolutamente leggere questo libro. 


Signori e Signore, Lettori e Lettrici,
questo non è un libro. Non è un urban fantasy qualunque. Questo è il  libro. 

Okay, vediamo di procedere con ordine e seriamente. 

La Chimera di Praga, lettura dal titolo molto intrigante, non è solo una lettura piacevole e ben strutturata. E' una lettura che causa un profondo senso di attaccamento morboso, al quale, vi avviso, non potrete opporvi. 
Sarete trascinati da queste pagine quasi con violenza. Verrete risucchiati nella bellissima Praga, con le sue strade, i suoi vicoli, i suoi colori, e qui... troverete Karou. 
Il narratore esterno ci parla in terza persona di questa giovane e sinuosa ragazza, promettente artista, dai capelli azzurri. 
La conosciamo alle prese con la sua routine: ogni giorno va a scuola, una scuola d'arte, e lì incontra la sua migliore amica Zuzana. Non mancano gli incontri, molto divertenti,  con il suo ex, Kaz, che le due birbantelle hanno gentilmente soprannominato "Kaz-zone". (Non so perché, ma questa cosa mi fa ridere troppo, cioè.. più del necessario).
Risultato immagine per praga paesaggi Karou è un personaggio pieno di vita, è nel pieno della sua giovinezza e intende godersela. E' una ragazza molto attraente, ma anche intelligente, simpatica, perspicace e sensibile, seppure non lo voglia ammettere.
Tra una lezione d'arte e un pranzo con l'amica nel loro posto preferito, Karou vive anche una seconda vita. Una vita fatta di portali, mostri, magia, desideri, e dolore. In questi frangenti, la ragazza si occupa di fare delle "commissioni" per conto di Sulphurus, Il Mercante dei Desideri, una chimera che ha cresciuto Karou come una figlia.  Sarà una di queste commissioni che la porterà a Marrakesh, dove si ritroverà faccia a faccia con un ragazzo dalla bellezza ultraterrena e gli occhi di fuoco: Akiva. 
Inutile dire che mi sono totalmente innamorata di Akiva, della sua sensibilità, del suo dolore per il vero amore perduto. Della sua necessità di cancellare le emozioni dal vocabolario della sua anima. Mi sono innamorata della sua fragilità, che in qualche modo lo ha reso ai miei occhi tenero e mascolino allo stesso tempo. 

L'incontro con Akiva sarà l'inizio di tutto. Scatenerà in lei un amore profondo, fatto di affetto e passione, ma anche un desiderio... 
Il desiderio di conoscere la verità. Di dare una risposta alla domanda "Chi sono io?". Una domanda che ormai aveva persino smesso di porsi, nella speranza che un giorno Sulphurus le avrebbe dato una spiegazione.

"Tanto tempo fa, un angelo e un diavolo si innamorarono.
Non finì bene."

All'inizio del libro troverete questa frase, e non la capirete. Vi sarà più chiara successivamente, quando la coinvolgente matassa che caratterizza questo libro si andrà sciogliendo con una serie di colpi di scena che vi lasceranno a bocca aperta e faranno entrare tra le vostre grazie l'abilissima Laini Taylor, che la traduttrice ci ha fedelmente riportato. 
Risultato immagine per La chimera di pragaSulla scia della stessa leggenda presa in considerazione da Lauren Kate in Fallen, Laini Taylor ha realizzato un nuovo mondo, una nuova storia, una nuova leggenda. Ha abolito i cliché su angeli e demoni, ha creato una nuova razza, quelle delle Chimere, con una lingua e una comunità. Ha stravolto lo scontro tra bene e male, ha dimostrato grande fantasia e capacità di renderla tangibile e credibile. E' veramente impossibile non farsi coinvolgere dal mondo delle Chimere e dei Serafini, che non hanno a che vedere con i concetti tradizionali dell'inferno e del paradiso. 

La Chimera di Praga è la storia di una giovane artista, dalla bellezza straordinaria, che va alla ricerca di se stessa. Una ragazza che velocemente si ritrova a dover diventare adulta, prendendo delle decisioni che avranno importanti conseguenze. Dovrà scendere a patti con se stessa, per il bene della verità. 
E' la storia di un amore che attraversa i secoli, che ha causato sofferenza e scompiglio, e quando tutto sembra riallinearsi, e il lettore, abbassando la guardia, emette un sospiro di sollievo, Laini Taylor lancia la sua ultima carta e distrugge le nostre aspettative di pace e  tranquillità che speravamo avessero i nostri protagonisti. 

Lo stile travolgente, pulito, espressivo della Taylor alza di livello la storia che già di per sè merita una serie di apprezzamenti per la sensazionale originalità. 
Una lettura da non perdere

Share:

1 commento:

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!