domenica 25 marzo 2018

In libreria #149 - Franco Cesati Editore

copertina bedini_DEFINITIVASerena Bedini
Racconto & storytelling. Attualità e forme del narrare
Franco Cesati Editore, collana Pillole. 140 pp., 12 € - Dal 22 marzo in libreria

La magia della narrazione ha da sempre rapito la mente dell’uomo con il suo potere immaginifico e la capacità di creare ponti tra generazioni diverse, di trasmettere valori e di costituire un’identità comunitaria, nelle sue forme più svariate: il mito, la fiaba, la favola, il racconto, il romanzo. E oggi, che il tempo per leggere ed ascoltare scarseggia e la soglia di attenzione si è ridotta in modo drastico? Incredibilmente, l'arte del narrare è diventata ancora più centrale: ci si racconta sui social network e sui blog, si leggono reportage narrativi, si scrivono fanfiction sulle community di appassionati e sui siti di self-publishing; persino i selfie e i video su Snapchat non sono altro che un modo di raccontare la propria storia, nel momento stesso in cui la si sta vivendo. Per non parlare dell'ambito della comunicazione (d'azienda, politica, turistica ma non solo), in cui l'evoluzione delle tecniche di storytelling, che si ibridano con le molte possibilità offerte dalle nuove tecnologie, dà vita a coinvolgenti universi narrativi per promuovere un prodotto, una persona, un servizio o un marchio, creando rappresentazioni testuali, visive, sonore, percettive. Il volume di Serena Bedini passa in rassegna tutte queste modalità di racconto del sé e del mondo, partendo dalle forme della tradizione orale e indagandone le strutture, per poi concentrarsi su elementi di narratologia (trama, personaggi, focalizzazioni), sui tipi di storytelling (digital, visual, crossmediale e transmediale) e sui suoi settori di applicazione, affrontando inoltre il tema del reportage narrativo in ambito giornalistico e quello dell'autobiografia (e della sua graduale trasformazione in personal storytelling) nell'era dei social network e della multimedialità. Perché, se un tempo raccontare storie era appannaggio unicamente di un’élite colta, oggi è un'attività non soltanto comune, popolare e alla portata di tutti, ma anche necessaria, insita nello spirito della nostra società ed epoca. 

9788876676697Sergio Lubello - Claudio Nobili
L'italiano e le sue varietà
Franco Cesati Editore, collana Pillole - Linguistica. 120 pp., 12 € - Dal 1 marzo in libreria

Il volume offre un quadro sintetico e aggiornato dell’italiano variazionale. Dopo una breve introduzione che fa il punto sullo stato attuale della ricerca, dando spazio anche alle varietà d’italiano usate dagli stranieri, i vari capitoli delineano le diverse varietà dell’italiano sulla base dell’analisi di testi significativi, con particolare attenzione alle forme linguistiche ibride, alle nuove e meno nuove pratiche di scrittura digitata (e-mail, social network, ecc.), fino all’uso della gestualità concomitante al parlato.



9788876676871Michela Gardelli
Il trapassato prossimo nell'italiano contemporaneo
Fra tradizione e innovazione
Franco Cesati Editore, collana Strumenti di linguistica italiana. 92 pp., 11 € - Dal 15 marzo in libreria


Il rapido passaggio dell’italiano da lingua della letteratura e dell’uso colto a lingua parlata ha portato con sé importanti cambiamenti, tuttora in corso, che hanno investito tutti i livelli linguistici: lessico, morfologia, sintassi, punteggiatura, semantica, testualità. Alla luce di questa situazione in movimento, e primariamente sulla base di un corpus di scrittura giornalistica contemporanea che si riferisce agli anni 2013-2017 e copre tutto il territorio nazionale, è stato individuato e sottoposto a verifica un uso nuovo del trapassato prossimo: il suo passaggio da tempo verbale anaforico (che trova il suo ancoraggio temporale in un punto di riferimento fissato dal discorso) a tempo verbale deittico (che si definisce a partire dal momento dell’enunciazione), con conseguente ampliamento del proprio ambito d’impiego. L’ipotesi avanzata in questo studio è che sia in corso una partita in cui si riassesta l’insieme dei tempi verbali del passato, che va tenuta in conto anche in prospettiva didattica, nell’insegnamento dell’italiano a stranieri, ambito che sta particolarmente a cuore all’autrice.

9788876676888
Costanza Geddes da Filicaia
Dino Campana. L'"universo mondo" dei Canti Orfici e altri studi
Franco Cesati Editore, collana Strumenti di letteratura italiana. 107 pp., 14 € - Dal 15 marzo in libreria


Il volume si articola in tre capitoli attraverso i quali l’autrice compie un’indagine sul profilo letterario e umano di Dino Campana. Il primo capitolo è dedicato ai Canti Orfici: partendo da alcune riflessioni di carattere generale, si procede poi all’esegesi di ogni singolo componimento dell’opera sia sul piano tematico che stilistico, sopperendo
così all’assenza, nella bibliografia dedicata a Campana, di uno studio che svolga, in forma monografica, tale capillare e puntuale indagine. Il secondo capitolo è incentrato su Il più lungo giorno, di cui vengono analizzate le consonanze e differenze con i Canti Orfici, soffermandosi poi sui tre componimenti de Il più lungo giorno che sono stati esclusi dagli Orfici. Il terzo capitolo compie un itinerario attraverso l’epistolario con Sibilla Aleramo, i Taccuini e il Quaderno, anche prestando attenzione a problemi di ricostruzione della corretta lezione dei testi nonché a questioni contenutistiche e interpretative.

9788876676901 AA. VV. (a cura di Pietro Benzoni e Dirk Vanden Berghe)
Forme e metodi dell'analisi testuale
Sette letture novecentesche
Franco Cesati Editore, collana Quaderni della rassegna. 126 pp., 17 € - Dal 15 marzo in libreria

Come si analizza un testo letterario? Cosa caratterizza uno stile? Gli studi qui raccolti non indugiano in elaborazioni teoriche e metodologiche, ma a queste domande cercano di rispondere con esempi concreti e metodi in atto. Sono sette esercizi di lettura su testi – in prosa e in versi – di autori del Novecento italiano (da Primo Levi ad Andrea Zanzotto, da Italo Svevo a Giacomo Debenedetti, da Eugenio Montale a Carlo Betocchi), affrontati sì da angolature diverse, ma sempre privilegiando un discorso critico filologicamente avvertito: che sappia poggiare su riscontri testuali precisi, valorizzare le scelte linguistiche e storicizzare i fenomeni. Aperto dall’intervento di un grande maestro della critica stilistica, Pier Vincenzo Mengaldo (sul Canto di Ulisse in Se questo è un uomo), il volume raccoglie poi i contributi di Carlo Enrico Roggia (sui tempi verbali di Se questo è un uomo), Claudio Gigante (sui sogni di Zeno nella Coscienza), Davide Colussi (sulle metafore in Debenedetti), Pietro Benzoni (su Premesse all’abitazione di Zanzotto), Dirk Vanden Berghe (su Ex voto di Montale) e Fabio Magro (su Vieni, vieni da me, che già son vecchio di Betocchi).

Lecomte copertinaMia Lecomte
Di un poetico altrove
Poesia transnazionale italofona (1960-2016)
Franco Cesati Editore, collana Strumenti e testi di letteratura italiana e comparata. 336 pp., 32 € - Dal 29 marzo in libreria

Le migrazioni planetarie messe in opera dai rivolgimenti storici e politici della fine del secolo scorso stanno sconvolgendo gli attuali assetti nazionali e sottoponendo le popolazioni a un rimescolamento identitario e linguistico a cui conseguono culture ibridate e la messa in discussione della legittimità dei canoni letterari. Le cosiddette letterature transnazionali allofone vengono disegnando la mappa sempre più allargata di un nuovo universo letterario costituito da scrittori “ubiqui”, inclassificabili, la cui produzione narrativa e poetica sfugge alle definizioni di genere e pone l’accento sulle dinamiche linguistiche inerenti alle scritture in transito. Come si inserisce l’Italia in questo nuovo scenario letterario plurilingue? Con che risultati e prospettive? Dopo un primo capitolo introduttivo – un quadro generale della letteratura transnazionale italofona dall’esordio ufficiale, agli inizi degli anni Novanta, a oggi –, lo studio è specificamente dedicato all’italofonia poetica, la cui nascita è anticipata agli anni Sessanta, decennio in cui hanno avuto inizio le prime migrazioni “necessitate” verso l’Italia. Attraverso una panoramica cronologicamente ordinata di voci poetiche, presentate con ampie citazioni testuali e la produzione nazionale sempre in prospettiva, il volume si propone come luogo di un confronto dinamico fra le diverse espressioni della contemporanea scrittura poetica in italiano.


Share:

0 commenti:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!