venerdì 11 maggio 2018

Recensione - Absence 2 - l'altro volto del cielo [in Anteprima]


Buon giorno readeeers!
Scusate la lunga, lunghissima, assenza ma chi va ancora a scuola come me capirà bene che aprile e maggio non sono di sicuro tra i mesi più facili da gestire. Sono tornata qui dopo aver letto Absence- l’altro volto del cielo, il secondo volume della trilogia di Chiara Panzuti. QUI trovate la recensione del primo volume che ho stra-adorato. 
Absence - l'altro volto del cielo
di Chiara Panzuti
_____________________________
pagina: 241, ebooks
prezzo: 12.75 EUR, kindle 6.99 EUR
editore: Fazi Editore

In L’altro volto del cielo, nuovo capitolo della trilogia di Absence, è trascorso appena un mese dall’inizio del gioco insidioso di cui l’uomo in nero tiene le fila, e le coordinate dell’ultimo biglietto conducono Faith e i suoi compagni a Est. L’invisibilità è diventata per Faith, Jared, Scott e Christabel una strana routine, per sopravvivere in un mondo che non ha memoria di loro, e il motivo che li spinge a continuare il viaggio intrapreso per tornare a esistere. Ma il siero NH1 comincia a indebolire il fisico dei ragazzi e la conquista dell’antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppa un’inaspettata prontezza fisica e mentale. Sotto l’ombra dell’Illusionista e sulle tracce dei biglietti dell’uomo in nero, i ragazzi della squadra Gamma fronteggiano più volte le squadre degli Alfa e dei Beta: il gioco, però, comincia a svelare il suo lato crudele, che non accetta provocazioni né debolezze. Dopo uno scontro violento con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, a Singapore, Faith scoprirà alcuni risvolti delle regole spietate dell’Illusionista e si troverà faccia a faccia con l’altro volto della competizione e di se stessa. Secondo volume della trilogia, L’altro volto del cielo mette in scena la battaglia interiore che divide Faith tra la lealtà verso i suoi amici e la fascinazione per un futuro da combattente, dimentica di tutti e da tutti dimenticata. A cosa saremmo disposti a rinunciare se ci venisse offerta una nuova possibilità per riaffermare noi stessi? La nostra identità consiste più nel ricordo di ciò che eravamo o in ciò che ancora possiamo essere? Un libro magnetico e profondamente attuale, dove la battaglia più difficile è quella con noi stessi.


                                      

Inizio subito col confermarvi che Chiara Panzuti ha un modo di scrivere appassionante e travolgente, come vi avevo già informati nella recensione a cui mi riferivo poco prima. Sinceramente non mi aspettavo nulla di simile, credevo che questo secondo volume mi avrebbe deluso, ma è stato tutto il contrario.
Chiara Panzuti si è veramente superata ,scrivendo un libro nel quale i protagonisti sono sempre: Faith, Jared, Christabel e Scott, membri della squadra Gamma, e insieme continuano ad esserci la squadra Alfa e quella Beta. A cambiare sono invece le situazioni che affrontano, ma soprattutto il modo in cui le affrontano.  
Per quanto riguarda la narrazione, questa volta è Faith a raccontare e questo ci permette di conoscere meglio quelli che sono i suoi pensieri, le sue emozioni e le sue sensazioni. In questo modo è possibile entrare nella storia ancora più di quanto non lo si faccia già. Ho anche notato che durante la lettura di questo libro sono nate in me delle riflessioni, delle domande sulla mia persona, su chi sono veramente e su che cosa voglio, tutte domande che, inevitabilmente, si pone anche Faith, più combattiva che mai in queste nuove avventure. Oltre a conoscere meglio questo personaggio, il secondo volume ci da maggiori informazioni sulle altre due squadre, gli Alfa e i Beta, e anche sul siero che ha cambiato la vita di tutti loro, più o meno consapevoli.
Continua a essere presente anche la bussola, elemento centrale e punto di riferimento per i ragazzi della squadra Gamma. Un altro elemento importante è il romanticismo, che abbiamo già trovato nel primo volume. Questa volta si tratta di un amore più presente che renderà impossibile l’imparzialità di noi lettori, soprattutto in alcuni momenti che saranno quelli decisivi, dove quelle che credevamo certezze crollano come castelli di sabbia. Queste “certezze” sono venute meno in molti momenti, ho cambiato spesso idea durante la lettura del libro e nonostante cercassi di rimanere ancorata a quelle che erano le mie idee iniziali non sempre è stato possibile, anzi! 
Se alla fine del primo libro ho preferito non crearmi troppe aspettative, alla fine di questo secondo volume non posso non averne per il terzo. Questo secondo volume è stato un esplosione di colori, di emozioni. Non vedo l’ora che mi sia concessa la possibilità di leggere anche il terzo, magari in anteprima come questo.  Vi consiglio di correre a comprarlo il prima possibile, o di iniziare la trilogia se non lo avete ancora fatto. Non riesco a trovare un solo difetto in tutto il testo. Chiara Panzuti è riuscita ancora una volta, con una scrittura semplice e lineare, a farmi innamorare di una storia che sta tra realtà e fantasia,  e dove il confine tra le due cose è veramente sottile.
Non vedo l’ora di conoscere anche i vostri di pareri!


                                            
Share:

0 commenti:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!