giovedì 22 agosto 2019

Recensione - Il mio uragano sei tu

Non è la prima volta che Victory Storm prende posto qui su Il Rumore delle Pagine! E' stata una delle prime autrici con cui ho collaborato tramite la Casa Editrice che la pubblicava, e all'epoca mi era piaciuta molto! Vediamo adesso come se l'è cavata!

Il mio uragano sei tu
Victory Storm 

Pagine: 252
Prezzo: € 2.99/9.99
Genere: Young Adult
Pubblicazione: 20 Luglio 2019

LUCAS. Quattro anni fa Kira se n’è andata, lasciandomi solo nel momento peggiore della mia vita. Non la perdonerò mai per questo. Ora è tornata e tutto l’odio che sento dentro di me, riesce a tenermi alla larga da lei. Eppure, ogni volta che mi guarda, mi sento confuso, perso e spaventato, ma non devo dimenticare chi sono: io sono solo merce avariata e nessuno amerebbe mai uno come me.
KIRA. Dopo quattro anni di lontananza e di disperazione per quel distacco obbligato, finalmente sono tornata da Lucas. Ma ora le cose sono cambiate e io mi ritrovo vittima della sua prepotenza. Chi è quel ragazzo che conosce solo la violenza e che usa le ragazze soltanto per portarsele a letto? Non so cosa sia successo ma farò il possibile per cancellare quell’odio che leggo in fondo al suo sguardo e che lo tiene lontano da me.
Kira ha 7 anni ed è una ragazza giapponese, piena di innocenza e amore per la vita. E' una ragazza diligente che ama passare il tempo sopra i libri e dedicarsi a fruttuosi allenamenti per la sua mente. E' la più brava della classe, ma la sua vita non pullula di amici. 
Ma un giorno incontra Lucas, ancora piccolo, indifeso, e lacrimante a causa delle brutali azioni del padre. 
Per Lucas, Kira è stata davvero un uragano. 
Nessun bambino si era mai avvicinato a lui per paura di incappare nel potente e malvagio Darren Scott. Anche tutti i suoi genitori e gli insegnanti erano intimoriti dalla presenza di suo padre e lui aveva capito in fretta che nessuno sarebbe mai stato amico suo. Né ora, né mai.

Con la sua allegria, la sua bontà d'animo e la sua dolcezza, Kira si dimostra fin da subito un balsamo per le sue ferite interiori. La sintonia che avverte con quest'anima in pena è così forte da far emergere la crocerossina che c'è in lei: voleva salvare Lucas dal baratro in cui sarebbe potuto finire a causa del padre. 
Iniziano così a passare molto tempo insieme, a giocare, a conoscersi, ma Kira non manca di istruirlo a dovere, permettendogli di rimediare anche a scuola nonostante la sua lieve dislessia. 
La loro non è una semplice amicizia, è qualcosa di indissolubile che nessuno potrà mai comprendere o distruggere. 
Dopo quattro anni, però, il padre di Kira viene nuovamente trasferito in Giappone, e tutto quello che di buono Kira aveva seminato in Lucas rischia di andare perso per sempre. 
Le loro vite si dividono forzatamente, i loro animi si spezzano sotto il peso della distanza, ma non il loro affetto. 

Durante questo lungo periodo di separazione nessuno dei due ha notizie dell'altro, ma Kira è un pozzo di speranza e determinazione, e non ha la minima intenzione di abbandonarlo. Si impegnerà a fondo per realizzare il suo sogno di tornare in America dal suo Lucas, e fondamentale nel suo soggiorno in Giappone sarà Adam, un compagno di scuola più grande che dovrà affrontare ben altri drammi personali.
 
Il mio uragano sei tu è una storia che mi ha lasciato sentimenti contrastanti. 
L'ho trovato a tratti commovente per le tematiche trattate e per come queste sono state cucite addosso ai vari personaggi, ma a volte i dialoghi sono risultati un po' banali. 
Sono comprensibili le insicurezze di Lucas, ma forse l'autrice ha calcato un po' troppo la mano con pensieri eccessivamente ridondanti, e questo ha reso a tratti la narrazione ripetitiva e di conseguenza un tantino stancante. Mi è mancata un po' di organicità nella lettura, però credo che l'idea di fondo su cui prende vita l'intera storia sia molto valida! 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post, lascia un segno del tuo passaggio e unisciti ai lettori fissi del blog!